RETROSCENA - Marchetti-Lazio, amore rinnovato: ma c'era lo zampino bianconero

RETROSCENA – Marchetti-Lazio, amore rinnovato: ma c’era lo zampino bianconero


Pare che Federico Marchetti non sia un amante così fedele. O almeno dal punto di vista lavorativo, sia chiaro. Sì, perché c’era un motivo dietro tutto l’andirivieni che ha portato alla sua estensione di contratto: era la Juve, e l’opportunità di diventare il nuovo vice Buffon.

Marotta gliel’ha proposto subito, ha aspettato le prime scaramucce ed ha affondato il colpo. Tant’è che Marchetti non ci ha pensato su due volte: avrebbe firmato, e all’istante. L’avrebbe fatto anche a gennaio, se solo Neto avesse trovato l’accordo con il Liverpool. E invece niente: il brasiliano è rimasto, e lui fermo ad aspettare.

Finché la fuga di notizie ha fatto il resto, portando la Lazio a metterlo in pratica con le spalle al muro. Nell’anno che porta all’Europeo – con Sirigu non più così sicuro di un posto sull’aereo che porta in Francia – ha allora preferito le certezze biancocelesti. Di conseguenza, ecco il nuovo contratto.