Il pagellone 2015 di SJ – Il reparto offensivo: un anno nel segno del tango

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Il tango è una danza che si basa sull’improvvisazione, la rapidità e, soprattutto, la sensualità dei movimenti. Il tango che solitamente vediamo ballare oggi è una versione nettamente diversa rispetto a quella originale, partita da Argentina ed Uruguay, ed è soprattutto una delle pochissime cose che riescono a mettere d’accordo due popoli, due identità, due culture totalmente diverse.

E nel segno del tango è stato il 2015 bianconero, da Tévez a Dybala: quasi come a passare un testimone. Intorno alle due étoiles d’Argentina, si sono mossi, anche se con passi del tutto diversi tra loro, ma sempre a creare una perfetta armonia, Mandzukic, con la sua straordinaria voglia di non mollare mai, Morata, con la sua concretezza, e Zaza, che ha portato un po’ di sana e lucida follia.

Corrado Parlati (@Corrado_Parlati)