Rugani: "Vittorie danno fiducia e morale per il 2016. Col Carpi serve umiltà, mentre il Bayern..."

Rugani: “Vittorie danno fiducia e morale per il 2016. Col Carpi serve umiltà, mentre il Bayern…”


Negli studi di Jtv poco fa era presente Daniele Rugani, il giovane difensore bianconero. Ed è stata l’occasione per un’intervista da parte del commentatore juventino Enrico Zambruno. Ecco le sue parole riportate da SpazioJ.it:

ALLENARSI CON LA BBC – “Per me è fondamentale: è una risorsa in più che ho. E per fortuna, direi, perché in ogni allenamento posso vedere come si muovono e cosa fanno: sono fortunato ad averli come esempi. Mi danno consigli tecnici e tattici, mi sono stati molto d’aiuto a livello mentale per andare in campo il più tranquillo possibile”.

MENTALITÀ VINCENTE – “La cosa che sorprende e colpisce di più penso che sia la mentalità vincente che si respira. Non sono solo parole che si sentono dire fuori, poi quando sei dentro lo percepisci appieno. Quindi è questa la cosa di cui ti rendi conto subito e insieme a questo anche il livello professionalità ed organizzazione. Una perfezione inaudita, è tutto molto bello”.

FILOTTO CHE DÀ FIDUCIA E MORALE – “Abbiamo fatto questa ultima parte del 2015 ad alti livelli. Era fondamentale per la nostra rincorsa al campionato, siamo ancora indietro e non dobbiamo accontentarci, dobbiamo rimanere affamati perché dobbiamo recuperare dei punti. Però sono tutte cose che ci danno fiducia e morale per ripartire anche nel 2016 nel migliore dei modi senza fermarci. È già da domenica contro il Carpi dobbiamo continuare su questa strada. Perché fare un’altra vittoria domenica può voler dire rubare altri punti davanti e avvicinarci al nostro obiettivo che è quello di arrivare a marzo in lotta per lo scudetto”.

CARPI… – “Sarà una gara difficile come lo sono tutte. Perché quando giochi con la Juventus è normale che una squadra dia sempre il 100% perché è un po’ la partita della vita. Quindi sarà difficile. Saranno molto chiusi, saranno molto coperti e dovremo avere pazienza e l’umiltà di mettersi allo stesso livello del Carpi, di aver la stessa voglia di lottare e sacrificarsi sapendo che comunque ci saranno anche momenti di difficoltà. Dovremmo appunto essere sul loro stesso livello di determinazione e umiltà per portare a casa la vittoria”.

… E BAYERN MONACO – “Sicuramente è stato un sorteggio complicato. Onestamente è una squadra fortissima ma io penso che la Juventus non parta battuta contro nessuna, anzi penso che non siano molto contenti di aver trovato la Juventus. Noi la prepareremo al meglio. Abbiamo qualche mese per farlo e sono sicuro che arriveremo pronti, anche più di come lo siamo adesso e ce la giocheremo sicuramente, ne sono certo”.

OBIETTIVI – “Il mio sogno per questa stagione è quello di ritagliarmi il più possibile il mio spazio. Quello di diventare piano piano un giocatore su cui il mister possa fare affidamento di cui si possa fidare quando ce n’è bisogno, più che sogno è il mio obiettivo. Penso che sia questo quello che cercherò di fare da qui in avanti per diventare un giocatore, agli occhi del mister affidabile, sul quale poss puntare quando ne ha bisogno”.

eva

NAZIONALE ED EURO 2016 – “Ecco quello se vogliamo può essere definito il sogno per questa stagione. È ovviamente difficile, lo so. Perché poi bisogna giocare, bisogna fare partite, però io sono concentrato sulla Juventus. Sono giovane, ho tempo e anni davanti quindi spero di far bene qua in futuro. Poi la nazionale sarà una conseguenza. Per ora rimane un sogno e io ci spero però penso prima a fare bene e poi sarebbe una conseguenza quindi sono concentrato qua”.

 

Oscar Toson

 

ULTIME NOTIZIE