Rabiot, che apertura: “Ho informato il presidente, il mio futuro è deciso”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Le antenne subito drizzate, e certe parole che non hanno proprio nulla di casuale. Il mercato è alle porte, e Rabiot lo sa: anche per questo le sue dichiarazioni vanno pesate in modo attento e preciso.

“Premetto che se fossi titolare vedrei le cose in maniera totalmente differente – ha dichiarato il centrocampista a Telefoot – ma ho chiesto al presidente di essere prestato se il minutaggio concessomi dovesse abbassarsi”. Un’apertura, netta: per la prima volta fatta in prima persona e non attraverso mediatori o familiari. “Qualcuno mi ha già fatto delle avances in passato, ma io non ci ho fatto caso”, ha quindi chiosato. Né indicando preferenze, né parlando di trattative già avviate. In Italia? C’è il Milan, e poi la Juve. Ma l’occasione ora è ghiotta, la fila è destinata ad aumentare presto. E in modo considerevole.