Juve, non si segna più da fuori. Allegri corre ai ripari

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

La Juventus è ancora un cantiere, ma iniziano a emergere i primi dettagli. I bianconeri, infatti, stanno lentamente cambiando pelle: passare da Tevez a Mandzukic, infatti, implica delle differenze per quanto riguarda il gioco.

Allegri, ora, chiede molti più cross per il croato, abile colpitore di testa e, infatti, la Signora in queste prime tre giornate ha crossato per ben 34 volte, più di ogni altra squadra di A (secondo il Genoa, a 22). Non a caso, a Manchester, il pareggio è stato siglato grazie a un colpo di testa di Mandzukic, imbeccato da Pogba.

Tuttavia, negli anni scorsi, i centrocampisti riuscivano a dare un importante contributo anche in fase realizzativa, sia con gli inserimenti che con i tiri da fuori. Ad ora, però, la Juve ha sfruttato pochissimo le abilità balistiche dei vari Pogba, Marchisio ed Hernanes: l’ultimo gol da fuori area risale all’ultima dello scorso campionato, contro il Verona, firmato da Roberto Pereyra.

A Vinovo, dunque, si lavora per migliorare quest’aspetto: Allegri ha predisposto delle particolari sedute d’allenamento in vista della sfida contro il Genoa, che si preannuncia “rognosa” per l’atteggiamento della squadra di Gasperini, che si chiuderà in attesa di una ripartenza. Una botta da lontano potrebbe rivelarsi decisiva.