Borriello, assessore allo sport di Napoli: “Sinergia con gli azzurri, lavoriamo per bruciare i tempi”

A Radio KissKiss, ecco l’assessore allo Sport Borriello. Il suo intervento è servito a stemperare la tensione in vista di una possibile chiusura del San Paolo per Napoli-Juve. Ecco le sue parole.

IL VERTICE –I temi della sicurezza impongono un’assunzione di responsabilità da parte di noi tutti. Non è stato fatto un vertice solo a Napoli ma un po’ in tutte le città, l’episodio dell’accoltellamento non è l’unico caso analizzato riguardo la sicurezza dello stadio. Per ciò che concerne la struttura del San Paolo l’impianto è a norma per i 62mila posti”.

SICUREZZA –Il tema della sicurezza è un altro: questione tornelli, importantissimo per la questione sicurezza, ed è ovvio che tenerne aperti solo tre riduce i controlli. I tornelli hanno bisogno di una scheda elettrica che abbiamo già ordinato in previsione di Napoli – Juventus che, essendo partita di cartello, dovrebbe avere un numero maggiore di spettatori rispetto a quelle prima. Inoltre c’è una questione di monitoraggio attraverso le telecamere, e ci è stata chiesta manutenzione straordinaria per le telecamere che nei settori più caldi sono fondamentali.

SINERGIA –E’ chiaro che, per parlare della gestione delle competenze, il Napoli non può tirarsi indietro almeno per quelle mansioni ordinarie facilmente risolvibili. Fino a qualche anno fa si diceva che lo stadio era il più sicuro d’Italia, dobbiamo tutti remare nello stesso verso per tornare a quei tempi dove non succedeva nulla forse perché la piazza era d’accordo nell’applaudire e seguire la squadra”.

OPERARE SUBITO –Il comune sta mettendo in campo tutte le energie per garantire la sicurezza e lo stesso fa la società calcio Napoli, anche i tifosi devono rivolgersi a quello scopo. Noi stiamo cercando di bruciare i tempi, che comunque entro certi limiti vanno rispettati

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy