Radar Juve: Diagne a segno con la maglia dell’Ujpest. Assist di Schiavone, espulso Liviero

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Questa settimana l’unico gol dei giocatori della Juventus in prestito in altre squadre viene dall’Ungheria e porta la firma di Mbaye Diagne. L’attaccante senegalese porta subito in vantaggio l’Ujpest nel derby di Budapest contro il Ferencvaros, che riesce poi a ribaltare il risultato. Da segnalare anche l’assist di Schiavone e l’espulsione di Liviero. Vediamo nel dettaglio come si sono comportati:

Nicola Leali (Frosinone): Prestazione sufficiente per il giovane portiere nella sconfitta casalinga del Frosinone contro la Roma per 2-0. Incerto nelle uscite, ma non ha colpe sui gol subiti. La prima conclusione di Iago Falque è beffarda, la seconda di Iturbe potentissima, ma entrambe sono ravvicinate.

Carlo Pinsoglio (Livorno): Prestazione sufficiente per l’ex portiere del Modena nella vittoria del Livorno in casa del Como per 2-1. La rete dei lariani arriva sugli sviluppi di un corner a seguito di una disattenzione della difesa. Nella ripresa solo normale amministrazione e pochi pericoli per il portiere amaranto.

Andrea Schiavone (Livorno): Prestazione più che sufficiente per l’ex capitano della Juventus Primavera. Più arretrato rispetto alla partita col Pescara, quando aveva anche più possibilità di andare al tiro, ma è un motorino instancabile. Serve l’assist a Fedato per il gol del momentaneo 1-1.

Cristian Pasquato (Livorno): Prestazione sufficiente per il trequartista veneto nella vittoria contro il Como. Insufficiente per buona parte del primo tempo, migliora e diventa fondamentale per la squadra nel corso della ripresa. Non è ancora al cento per cento, ma l’impegno e la qualità ci sono. Esce all’84’ per far spazio a Cazzola.

Cristian Bunino (Livorno): Fa il suo esordio stagionale in campionato con la maglia del Livorno, ma entra al 92’. Troppo poco per essere giudicato.

Pol Garcia Tena (Como): Buona prova del difensore spagnolo, nonostante la sconfitta contro il Livorno. Nei primi 45 minuti non sbaglia praticamente nulla, nella ripresa tiene bene nonostante l’inferiorità numerica.

Hordur Magnusson (Cesena): Il peggiore in campo nella sconfitta del Cesena in casa dell’Entella per 2-1. Il calcio di rigore nasce da un suo appoggio completamente sbagliato su Sensi. In occasione del pareggio si fa trovare assente ed è colpevolmente in ritardo anche in occasione del 2-1.

Lorenzo Rosseti (Cesena): Prestazione sufficiente per l’attaccante aretino nonostante la sconfitta contro l’Entella. Partita di sofferenza, ma di grande aiuto anche in fase difensiva. Il 4-4-1 non è purtroppo un modulo per lui e viene sostituito al 47’ per fare spazio a Djuric.

Gregorio Luperini (Pro Vercelli): Prestazione insufficiente per il centrocampista toscano nell’1-1 tra Spezia e Pro Vercelli. Parte forte, ma si spegne col passare dei minuti e Scazzola lo richiama in panchina una manciata di minuti dopo l’inizio della ripresa per far spazio a Stefano Beltrame: Il suo ingresso non riesce a dare maggiore peso all’attacco della Pro Vercelli.

Leonardo Spinazzola (Perugia): Contro il Pescara torna a fare la mezzala e cerca qualche buon inserimento in avanti. Nella ripresa Bisoli cambia modulo e il ragazzo nato a Foligno deve reinventarsi terzino sinistro.

Eric Lanini e Stefano Padovan (Lanciano): Entrano nel finale del match vinto dal Lanciano contro l’Ascoli per 2-0. Troppo poco il tempo a disposizione per mettersi in mostra.

Eros Castelletto (Pordenone): Entra all’82’ del match tra Pordenone e Albinoleffe, vinto dai padroni di casa per 1-0, al posto di Cattaneo. Niente da segnalare nei pochi minuti giocati.

Lorenzo Benucci (Prato): Prestazione sufficiente per il terzino nella sconfitta casalinga del Prato contro l’Ancona per 1-0.

Francesco Anacoura (Rimini): Prestazione sufficiente per il portiere del Rimini nella sconfitta casalinga dei romagnoli contro la Spal per 1-0. Non ha colpe sul gol di Lazzari.

Elvis Kabashi (Pontedera): Autore di una prestazione anonima nello 0-0 tra Pontedera e Tuttocuioio. Esce al 73’ per far spazio a Gemignani.

Luca Barlocco (Carrarese): Prestazione sufficiente per il terzino della Carrarese nell’1-1 contro il Santarcangelo. Offre un paio di cross interessanti che i compagni non riescono a sfruttare.

Christian Tavanti (Carrarese): Devia il tiro di Guidone quel tanto che basta per spiazzare il proprio portiere. Nel complesso gioca una buona partita, proponendosi anche in fase offensiva.

Michel Cavion (Carrarese): Entra al 69’ al posto di Berardocco e si mette subito in luce. Il Santarcangelo soffre le sue percussioni e per fermarlo è costretto alle maniere forti.

Davide Cais (Carrarese): Entra al 63’ al posto di Gyasi, ma non si rende pericoloso.

Carlo Ilari (Santarcangelo): Prestazione insufficiente per il centrocampista del Santarcangelo. Viene ammonito al 55’ e viene sostituito al 60’ al posto di Arrigoni.

Francesco Margiotta (Santarcangelo): Entra al 67’ al posto di De Vena. Prestazione sufficiente la sua, ma niente di trascendentale.

Matteo Liviero (Lecce): Prestazione sufficiente per il terzino nella vittoria esterna dei giallorossi in casa della Juve Stabia, ma macchiata da una grossa ingenuità che fa crollare il voto di giornata. Al 54’ si fa ammonire per un’inutile perdita di tempo, e 12 minuti più tardi si becca la seconda sacrosanta ammonizione per un fallo ai danni di un avversario. Davvero un peccato, visto che era riuscito a coprire e a spingere con disinvoltura per gran parte della partita.

Kingsley Coman (Bayern Monaco): Entra al 56’ al posto dell’altro ex bianconero Vidal nel match contro l’Augsburg, vinto dai bavaresi per 2-1. Qualche spunto e niente più per il giocane francese.

Paolo De Ceglie (Marsiglia): Entra al 74’ del match tra Marsiglia e Bastia, vinto dai padroni di casa per 4-1, al posto di Batshuayi. Prestazione sufficiente la sua.

Gabriel Appelt (Leganés): Entra al 65’ del match tra Osasuna e Leganés, vinto dai padroni di casa per 2-1, al posto di Eizmendi. Prestazione sufficiente la sua.

Mbaye Diagne (Ujpest): Alla terza presenza con la maglia dell’Ujpest segna il suo primo gol nel campionato ungherese. Porta in vantaggio i viola nel derby contro il Ferencvaros dopo appena 3 minuti con un colpo di testa da calcio d’angolo.

Mame Thiam (Zulte Waregem): Entra al 46’ dell’1-1 tra Waregem e Gent al posto di Storm. Prestazione sufficiente la sua, anche se non incide sul risultato.

Zoran Josipovic (Lugano): Entra al 68’ del match tra Sion e Lugano, vinto dai padroni di casa per 3-0, al posto di Rossini. Non incide sul match.

Non hanno giocato: Federico Mattiello (Chievo), Alberto Brignoli (Sampdoria), Luca Marrone (Carpi), Marcel Buchel (Empoli), Vincenzo Fiorillo (Pescara), Fausto Rossi (Pro Vercelli), Andrés Tello (Cagliari), Alberto Cerri (Cagliari), Nazzareno Belfasti (FeralpiSalò), Vlad Marin (Rimini), Nicolò Curti (Pontedera), Timothy Nocchi (Carrarese), Matteo Gerbaudo (Carrarese), Laurentiu Branescu (Omonia Nicosia), Mauricio Isla (Marsiglia), Jorge Martinez (Juventud de Las Piedras), Ouasim Bouy (Zwolle), Alberto Gallinetta (Cercle Bruges), Nico Hidalgo (Granada), Marcelo Djalo (Girona), Vajebah Sakor (Westerlo), Younes Bnou Marzouk (Westerlo), Vykintas Slivka (Den Bosch).

Alfredo Spedicato (@AlfredSped)

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook