La Gazzetta stuzzica Marotta: “Ecco quale giocatore serviva per rendere più forte la Juve”

“Perché inseguire per così tanto tempo un trequartista e non un regista?”: è questo il grande interrogativo che “La Gazzetta dello Sport”, sulle pagine dell’edizione odierna, rivolge alla Juventus e alla sua dirigenza.

RIMPIANTO IN REGIA – Secondo la redazione della “rosea”, la Juventus sarebbe stata addirittura più forte dell’anno scorso (oltre che con più soluzioni) semplicemente con l’acquisto di un regista di livello. Un cervello in grado di gestire la costruzione del gioco e della manovra offensiva: compito che lo scorso anno, da prospettive diverse, si dividevano Pirlo (o Marchisio) e Tevez.

L’ideale sarebbe stato İlkay Gündoğan, centrocampista classe ’90 del Borussia Dortmund. Ma la dirigenza tedesca ha resistito alle offerte formulate da Marotta. Troppo basse! Un errore affidare il compito della regia al solo Marchisio, senza pensare a valide alternative al Principino. Mario Lemina, arrivato sul gong del mercato dal Marsiglia, è un giovane al quale serve tempo per crescere. Alla Juventus, invece, in questo momento servono certezze.

INSEGUITI I NOMI SBAGLIATI – Meno prioritaria, secondo la Gazzetta, la corsa al trequartista che, di fatto, ha carpito tutte le attenzioni della dirigenza bianconera nel corso dell’estate. Non comprensibili gli inseguimenti a Draxler e Gotze, giocatori di livello, ma che comunque necessitano di un regista che crei gioco alle loro spalle.

Avrà ragione il quotidiano milanese? Al campo, come sempre, il giudizio finale.

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy