Mandzukic, “programma Champions”: riposo col Chievo e ruolo da leader a Manchester

Arrivato lo scorso 22 giugno dall’Atletico Madrid per 19 milioni più 2 di bonus, Mario Mandzukic ha subito suscitato entusiasmo nella tifoseria bianconera. Un ariete da mettere al centro dell’attacco, un lottatore che sa far goal e che sa sacrificarsi per la squadra. Il goal in Supercoppa contro la Lazio, poi, ha già inserito di diritto il croato tra i beniamini del popolo bianconero.

PIANO DI RECUPERO, DOPO UN AVVIO NON AL TOP – Tuttavia, l’avvio in campionato, con una preparazione fisica ancora da ultimare e gli schemi di squadra ancora non perfettamente assimilati, non è stato dei migliori. Macchinoso e poco freddo sotto porta contro l’Udinese, quasi totalmente assente contro la Roma. Ma Allegri e la Juventus hanno bisogno del croato, soprattutto in vista della trasferta di Champions contro il Manchester City, quando muscoli e fisicità saranno utilissimi per fare a sportellate con Kompany e Mangala.

RIPOSO COL CHIEVO, TITOLARE COL CITY – Le prestazioni in Nazionale, molto deludenti, hanno confermato lo stato di forma non ottimale di Marione, poco lucido anche sotto porta (almeno due goal sbagliati abbastanza clamorosamente). Come si legge sull’edizione odierna di Tuttosport, lo staff tecnico della Juventus ha seguito il croato in entrambe le uscite con la Nazionale. Da oggi partirà un programma personalizzato per averlo al top della condizione a Manchester: la sua esperienza in Champions sarà fondamentale. Turno di riposo contro il Chievo (qui le info sulle scelte di formazione in vista di sabato), maglia da titolare contro il City al fianco di Alvaro Morata. Queste, salvo clamorose sorprese, dovrebbero essere le scelte di Allegri per i prossimi impegni.

Il girone in Champions è difficile, forse il più difficile, e già a Manchester sarà vietato sbagliare.

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy