Pogba, più ombre che luci: anche con la Francia è una prestazione da dimenticare. E adesso può solo ripartire…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

In teoria potrebbe fare ciò che vuole. Destro, sinistro, colpo secco, colpo ad effetto. Eppure Paul Pogba s’è umanizzato di colpo: ha evidenziato i suoi (appena) ventidue anni, ha marcato la sua precoce maturazione calcistica farcita di lacune. No, non tattiche: ma caratteriali. Non che non sia capace di decidere una partita, sia chiaro: è che qualcosina manca, e lui lo sa. Ora deve solo accettarlo.

Col Portogallo il suo talento ha brillato in un nano secondo: il tempo di una giocata, di sentirsi nuovamente sulle nuvole dei grandi del calcio. Poi è cascato, giù: piombato al suolo facendo a pugni col suo ego. Ha cercato la giocata, l’ha fatto uno, due, tre volte. Nulla. Fortuna che ci ha pensato Valbuena a risolverla contro CR7 e compagni, sfortuna che Fekir – attualmente anche più importante in termini mediatici – ne abbia per sei mesi e che lasci a Paul il trono di indiziato numero uno se le cose dovessero andar male.

Ecco: l’inizio con la Juve ha praticamente creato un palcoscenico di ombre sul centrocampista. Troppo importante quella dieci? Chiacchiere. Troppo presto per dargli un ruolo da leader? Anche qui: ciance. Ha dimostrato di meritarlo a pieno, di poter vestire i panni del supereroe con la palla al piede. Adesso dovrà semplicemente scrollarsi di dosso un po’ di pressione, e dovrà farlo con l’umiltà che contraddistingue chi vuol passare alla storia. Perché la storia resta sempre la stessa: c’è una testa da abbassare, e tanto da pedalare. Perché in teoria potrebbe davvero fare ciò che vuole: destro, sinistro, colpo secco, colpo ad effetto. Perché in fondo resta pur sempre Paul Pogba: quel ragazzino dall’infinito talento che ha giocato troppo presto a diventare grande. E che ora l’ha capito: non serve un dribbling o un colpo secco per diventare qualcuno. Serve vincere. E lui sa come si fa…

Cristiano Corbo

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook