Settembre bollente per la Juventus: una gara ogni tre giorni e un obiettivo da raggiungere in fretta

Saranno 10 giorni di intenso lavoro per mister Allegri, che si prepara ad affrontare un settembre infuocato, con una gara ogni tre giorni, ed ha un unico obiettivo: inserire con la massima velocità possibile i nuovi arrivati nel progetto tattico juventino e, soprattutto, migliorarne la condizione fisica.

13 GLI ASSENTI – Sono 13 i calciatori che hanno lasciato Vinovo: Mandzukic, Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Zaza, Rugani, Audero, Evra, Pogba, Caceres, Pereyra, Lichtsteiner.

RECUPERARE LA CONDIZIONE MIGLIORE – Il principale obiettivo di mister Allegri è quello di recuperare Claudio Marchisio, che sarà fondamentale davanti alla difesa e che in rosa non ha un vero e proprio alter ego. Il principino è vicinissimo al rientro in campo, che avverrà nel giro di un paio di giorni, mentre sono molto più lunghi i tempi di recupero di Khedira e Asamoah, fermi ai box per almeno altre tre settimane. Il periodo di sosta consentirà ad Allegri di poter lavorare su Cuadrado e Alex Sandro, ancora indietro sul piano della condizione fisica, ed inserire subito negli schemi tattici Hernanes e Lemina.

SI GIOCA OGNI TRE GIORNI – Terminata la sosta, si inizierà a fare sul serio: in programma ci sarà una partita ogni tre giorni e in campionato la Juventus ha già esaurito tutti i bonus del caso. Si ricomincia sabato 12 settembre, alle ore 20.45 tra le mura amiche dello Juventus Stadium, contro un Chievo che ha messo in mostra una condizione fisica invidiabile, mentre il debutto in Champions è fissato per martedì 15 all’Etihad Stadium contro il Manchester City. Seguiranno poi il Genoa a Marassi, il Frosinone in casa, il Napoli al San Paolo e il Siviglia per la prima europea allo Stadium.

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy