Serie C, Juve Next Gen beffata dalla Carrarese: cosa serve per la qualificazione

Conquistati i playoff di Serie C con un girone di ritorno in grande rimonta, la Juventus Next Gen prosegue il suo cammino e sogna in grande contro la Carrarese. Ma è arrivato lo stop.

La Juventus Next Gen, con grande sorpresa, continua il suo cammino fra le grandi del campionato di Serie C. Dopo le due vittorie conquistate ai danni di Arezzo e Pescara, per i ragazzi di mister Brambilla è iniziato il cammino tutto nazionale che ha cominciato a dare importanti soddisfazioni.

Un cammino che sembrava essersi già compromesso, dopo la sconfitta interna subita in extremis ad opera della Casertana. Un gol inaspettato, quello di Alessio Curcio, e che avrebbe potuto definitivamente spegnere le speranze bianconere. Ma così non è stato: allo stadio Pinto è andata, infatti, in onda una splendida rimonta che ha portato la Next Gen alla fase successiva.

Stasera, dunque, il secondo turno della Fase Nazionale dei Playoff, terminata con un pareggio per 1-1 fra Next Gen e Carrarese allo stadio Moccagatta di Alessandria. Al vantaggio maturato dal bianconero Savona dopo i primi venti minuti di gioco, ha risposto il pareggio di Capezzi al minuto 71.

Squadra negli spogliatoi dopo il triplice fischio e discorso qualificazione rimandato al ritorno. I giochi sono ancora del tutto aperti.

Juventus Next Gen: cosa serve per passare

Primo gol in stagione per il terzino bianconero Nicolò Savona, che tuttavia non è riuscito a garantire ai suoi compagni di squadra il vantaggio, nonostante un primo tempo da protagonisti. Al numero 2 della formazione di Brambilla ha infatti risposto Leonardo Capezzi, centrocampista classe 1995 che, con un eurogol dai trenta metri, infrange i sogni dei padroni di casa.

Serie C - Juventus Next Gen beffata dalla Carrarese: cosa serve per la qualificazione
La Juventus Next Gen rimanda la qualificazione: necessaria la vittoria al ritorno -(LaPresse)- SpazioJ.it

Dopo il primo atto, a Next Gen e Carrarese non resta che prepararsi per il secondo. Occhi puntati alle ore 20:30 di sabato 25 maggio, quando allo Stadio dei Marmi le due squadre si giocheranno il tutto per tutto, pur di continuare il cammino nei playoff.

Anche questa volta alla Juventus Under 23 è concesso un solo risultato utile: la vittoria. Il regolamento di questa fase prevede ancora, come discriminante, il miglior piazzamento in classifica in caso di risultati in parità tra andata e ritorno.

I giovani bianconeri continuano a sognare e non perdono di vista l’obiettivo stagionale. Che dalla salvezza, grazie a un super girone di ritorno, è diventato l’andare il più possibile in fondo nella corsa al campionato cadetto.
Impostazioni privacy