Giuntoli-Allegri, risponde anche Danilo: post Atalanta-Juventus

Il cielo sopra l’Olimpico, questa sera, si colora di bianco e nero dopo la vittoria della Juventus nella finale di Coppa Italia. Il commento di capitan Danilo, che ha così risposto sull’episodio Giuntoli-Allegri.

I giocatori della Juventus e mister Massimiliano Allegri hanno scritto una piccola, ma importantissima parte della storia bianconera. Dopo tre anni all’asciutto, la Vecchia Signora torna a festeggiare la conquista di un trofeo. Il numero 15 nella storia della Coppa Italia, pronta a entrare a far parte delle bacheche ben fornite del J Museum.

Una vittoria voluta per riscattare le ultime stagioni difficili e per donare la gioia ai tifosi che non hanno mai smesso di restare accanto ai giocatori. Sembrava difficile, eppure i Bianconeri ce l’hanno fatta. Un grazie deve essere tributato a tutti. Soprattutto al muro invalicabile del capitano Danilo, che ha così parlato a caldo al termine della premiazione.

Vittoria Coppa Italia: le parole di Danilo

Non è mai facile esprimere a parole la gioia che si prova dopo la vittoria di un trofeo importante. Specialmente se questo arriva a coronare un periodo difficile. Di quel concetto di ‘resilienza’ di cui ha parlato ieri Danilo, ecco che la Juventus è riuscita a trarne il frutto migliore:

Le difficoltà ci danno tanti insegnamenti sicuramente, abbiamo imparato velocemente per questa partita. Abbiamo avuto tanti alti e bassi, tanti momenti difficili. Qualche giorno fa un pareggio allo Stadium che non ci voleva. Era giusto che i tifosi fossero delusi, ma oggi abbiamo avuto la soddisfazione e la bravura di vincere questa coppa che è quello che portiamo al museo della Juventus, un trofeo piccolo nella storia della Juventus che non è mai poco.

Giuntoli-Allegri, risponde anche Danilo: post Atalanta-Juventus
Il commento lapidario di capitan Danilo all’episodio fra Giuntoli e Allegri -(LaPresse)- SpazioJ.it

Il confronto con Gianluigi Buffon nella mattinata, suo idolo indiscusso nel calcio da cui ha appreso la lezione della “sana follia”. Ingrediente che, insistente al coraggio e alla capacità di non subire (diversamente da quanto fatto in campionato nel ritorno con la Dea), ha consentito ai Bianconeri di portare a Torino la Coppa.

Infine, il commento lapidario sull’episodio che, in chiosa di match, sembrerebbe destinato a far parlare più di tutti, ovvero lo scontro fra Cristiano Giuntoli e Allegri:

Oggi ho la responsabilità di guidare la squadra, per il resto io non centro niente.

'); }); return; }, add : function(_this){ var _that = jQuery(_this); if (_that.find('p.cpwp-excerpt-text').height()