“Guerra ideologica”: Juventus, il giudizio su Allegri coglie tutti alla sprovvista

Le voci sul possibile addio del tecnico livornese continuano a far discutere, il popolo della bianconero è diviso.

La stagione volge al termine ma la Juventus non ha ancora raggiunto i propri obiettivi. Nell’ultimo turno di campionato, contro la Roma, i tre punti avrebbero garantito la qualificazione matematica per la prossima Champions League, ma la gara si è chiusa in parità.

I bianconeri avranno una nuova possibilità nel match casalingo contro la Salernitana, squadra già retrocessa, prima di tuffarsi con anima e corpo nei giorni che porteranno alla finale di Coppa Italia contro l’Atalanta.

Gli obiettivi della società bianconera, ad inizio stagione, erano proprio questi: qualificazione in Champions e finale di Coppa Italia. Tuttavia, la difficoltà con la quale la Juventus sta raggiungendo questi due traguardi ha creato malcontento tra i tifosi. Il capro espiatorio è Massimiliano Allegri, ritenuto colpevole di non aver dato abbastanza in questo suo secondo ciclo a Torino.

L’avventura dell’allenatore toscano sembrerebbe giunta al termine, ma non tutti sono d’accoro con questa decisione. La Curva Sud dell’Allianz Stadium, infatti, continua a sostenere Allegri nonostante i risultati negativi degli ultimi mesi, andando contro il sentimento popolare e contro l’eventuale scelta della società. Per questi motivi – e non solo – la Curva Sud ha comunicato che non prenderà più parte alle gare casalinghe da qui alla fine della stagione.

Capuano, “bisognava evitare troppe mancanze di rispetto”

Con un duro comunicato, dunque, il tifo organizzato bianconero ha chiarito le ragioni per le quali saranno presenti solo nelle gare in trasferta di questo finale di stagione. “Non ci meritate! Ma noi che siamo “brutti e cattivi” manterremo quanto promesso sostenendo la Squadra lontano da Torino” e ancora “Lasciamo questa ultima parte di campionato, importantissima per gli obiettivi rimasti a voi… pubblico che se non cantiamo ci fischiate; a voi che la squadra non segna dopo 20 minuti fischiate“.

Juve, dichiarazioni su Allegri
Allegri, arriva il commento sul tecnico della Juventus (LaPresse) – spazioj.it

Ed effettivamente, nelle ultime gare allo Stadium, il resto del pubblico non ha preso bene i cori e le scelte della Curva, specie quella di sostenere Allegri e di chiedere a gran voce la sua conferma per la prossima stagione.

Dopo il comunicato della Curva, Giovanni Capuano ha commentato la situazione legata all’ex tecnico del Milan: “Ormai Allegri è diventato motivo di guerra ideologica fuori e soprattutto dentro il mondo Juventus“. Il giornalista di Radio 24 ha poi aggiunto: “Sarebbe stato sufficiente spiegare con chiarezza che si apre un nuovo ciclo, ammettendo che al tecnico bisognava evitare troppe mancanze di rispetto di chi lo ha dileggiato“.

Secondo Capuano, dunque, visti i problemi societari dello scorso anno e il materiale a disposizione del tecnico quest’anno, la dirigenza avrebbe dovuto spiegare la necessità di aprire un nuovo ciclo, facendo maggiore chiarezza sul progetto ed evitando di addossare troppe responsabilità al tecnico.

 

 

Impostazioni privacy