Clamoroso in Serie A: Juventus nel caos

Il club bianconero ed altre big si scagliano duramente contro le istituzioni del campionato di Serie A: la dura lettera delle società

Giorni indubbiamente molto complicati quelli appena trascorsi per la Lega Serie A: a finire nell’occhio del ciclone era stata la proposta del presidente Lorenzo Casini di istituire un’agenzia governativa per la vigilanza sulle società sportive professionistiche.
Tale proposta è stata immediatamente rigettata dai club di Serie A che hanno comunque garantito l’impegno per migliorare la sostenibilità economico-finanziaria e la trasparenza dei controlli.

Tuttavia i contrasti tra i club e il presidente Casini non si sono arrestati a quanto appena descritto: Juventus, Milan, Inter e Roma hanno infatti sfiduciato pubblicamente la massima istituzione della lega, un atto forte e che sarà destinato a creare forti ripercussioni.

Juventus e altre big contro Casini:”Non ci rappresenti”

Molto netta la posizione delle quattro big nei confronti di Casini, le stesse squadre si erano espresse congiuntamente già in passato per richiedere la riduzione della Serie A a 18 squadre, provvedimento che però non ha raccolto il voto favorevole di nessuna dei restanti sedici club. Adesso si alza il tiro, ecco la lettera inviata dalle società contro Casini:”“Egregio Presidente, a saeguito dell’incontro informale di ieri, desideriamo rappresentarti quanto segue. Nel corso della riunione si è in più occasioni fatto riferimento a posizioni da te rappresentate in sedi istituzionali fondate sul documento approvato dall’Assemblea LNPA in data 14 febbraio. Le nostre società non hanno approvato quel documento, né dunque i suoi contenuti. Ti preghiamo quindi, a partire dall’incontro di domani con il Ministro dello Sport così come in ogni altro contesto istituzionale in cui rappresenterai le posizioni della Lega Nazionale Professionisti Serie A fondate su quel documento, di chiarire in anticipo che si tratta di posizioni non condivise a approvate dai nostri Club”.

Casini sfiudiciato da Juve e altri club
La Juventus ed altri club sfiduciano il presidente di Lega (ansa) SpazioJ

Un intervento molto duro che arriva a ridosso di un importante incontro, tra Casini e il Ministro dello Sport Abodi, a partire dal quale le stesse non si ritengono più rappresentate dal presidente. Oggetto dell’incontro sarà proprio l’istituzione dell’agenzia di tipo governativo che dovrebbe avere il compito di vigilare sulla situazione patrimoniale dei club.

La risposta della Lega Serie A

Poco dopo la pubblicazione, da parte degli organi di stampa, della lettera dei club è arrivata anche la risposta della Lega alla posizione dei club:”Sin dal giorno dell’assemblea in cui era stato presentato il documento, si era da subito detto che dalla votazione si erano astenute solo 4 squadre, per via della loro contrarietà solamente in merito al punto relativo alla formula del campionato a 20 e 18 squadre. Su tutto il resto del documento, c’era stata al contrario condivisione e il contributo di tutti i club per la sua stesura. Lo stesso documento rappresenta inoltre la base su cui, su mandato di tutti i club, si stanno portando avanti le proposte per ottenere quel maggior peso e autonomia che la Lega A
rivendica da tempo. L’incontro con il Ministro Abodi riguarda solo il tema della proposta di Agenzia governativa su cui tutti i club, senza esclusione, si sono espressi contrari.”

.

Impostazioni privacy