Thiago Motta Juve, l’ex tecnico non ha dubbi: “Non lo farei”

Thiago Motta alla Juventus, il consiglio dell’ex tecnico stupisce tutti. “Non lo farei”, l’affermazione non lascia dubbi.

Dopo il pareggio di Roma, per la Juventus è già ora di pensare alle ultime gare di Serie A e centrare l’obiettivo stagionale, ovvero il ritorno in Uefa Champions League. La sfida di ieri termina 1-1 e i bianconeri non escono totalmente soddisfatti, visto che le occasioni per vincerla ci sono state. Il palo di Chiesa e le grandi parate di Svilar impediscono ai ragazzi di mister Massimiliano Allegri di chiudere prima i giochi, ma i bianconeri non sono a rischio esclusione e manca poco per la matematica qualificazione.

Sono settimane molto importanti in casa Juve, considerando il futuro e le scelte in vista della prossima stagione. La permanenza del tecnico livornese non è sicura e le possibilità che dica addio cominciano a crescere. Uno dei nomi più gettonati per sostituirlo è Thiago Motta, che negli ultimi giorni è il candidato principale per la panchina della Juve e i risultati che sta ottenendo a Bologna spingono la dirigenza bianconera a credere in lui.

Juve: Galeone parla di Thiago Motta
Thiago Motta – LaPresse – spazioj.it

Al Corriere di Bologna, Giovanni Galeone ha analizzato la situazione relativa al tecnico rossoblù. L’ex allenatore ha dato un consiglio chiaro a mister Motta, ecco quanto evidenziato dalla nostra redazione:

Galeone su Thiago Motta: “Non lasci Bologna”

“Thiago non mi stupisce, lo seguo dalle giovanili del PSG e ricordo che era considerato come il futuro tecnico della prima squadra parigina. Anche con lo Spezia ha fatto bene, ne parlavo con Galliani ed era del mio stesso parere, è un allenatore considerato dai suoi colleghi. Secondo me il Bologna va in Champions e non deve andarsene perché lì c’è la storia del calcio. In Emilia sono professori calcistici, se non giochi bene si mettono a ridere e Thiago Motta li ha conquistati. Al suo posto non me ne andrei“.

Galeone è stato chiaro, lasciare Bologna ora è un errore. Il tecnico, a fine stagione, dovrà fare una scelta difficile. Rimanere in rossoblù gli consentirebbe di crescere ancora in modo più tranquillo e approcciarsi alle prime sfide europee da allenatore. Andare in un club come la Juventus comporta l’aumento di pressioni perché si vuole tornare a vincere molto, ma mister Motta lavorerebbe con calciatori top e darebbe vita ad un progetto fatto di calciatori futuribili e con qualità. Sarà un calciomercato entusiasmante e pieno di colpi di scena, a Torino ci sono ancora molti dubbi sulla Juve che verrà.

 

Impostazioni privacy