Mercato Juve, c’è già il dopo Chiesa: i due nomi in caso di addio

La dirigenza della Juve gioca d’anticipo per la prossima stagione e pensa già ai nuovi innesti da inserire nella formazione bianconera. E nel caso di addio di Chiesa sono già pronti i possibili sostituti.

Alla Juventus si pensa già al futuro prossimo. Con la stagione corrente ormai giunta quasi ai titoli di coda, la società bianconera ha spalancato le porte alla prossima, per la quale non vuole farsi trovare impreparata – al contrario di quanto accaduto alla rosa di quest’anno.

La macchina messa in moto da Cristiano Giuntoli, dunque, percorre veloce e attenta i suoi passi. Perché c’è un’ipotesi con cui la Vecchia Signora potrebbe dover fare i conti: l’addio di Federico Chiesa. Il rinnovo del contratto dell’ex Viola resta un’incognita e, con esso, anche la sua permanenza a Torino.

Proprio per questo il Football Director bianconero avrebbe individuato due profili interessanti per la prossima annata. Una vecchia fiamma ed una new entry, che fanno gola all’universo giuntoliano.

Juve: pole position per il dopo Chiesa

Con le prove di rinnovo ancora rimandate – e per le quali non sembrano esserci sostanziali novità – la Juve vuole pensare a forze nuove per la prossima annata che dovrebbe riservare una competizione europea, dopo l’anno forzatamente all’asciutto.

Ed ecco che, per questa ragione, sono spuntati sul taccuino di Giuntoli due nomi per le corsie esterne, per cui i Bianconeri sono alla ricerca. E, secondo Gazzetta, si tratterebbe di Mason Greenwood e di Edon Zhegrova.

Mercato Juve, c'è già il dopo Chiesa: i due nomi in caso di addio
Mercato Juve: Mason Greenwood è uno dei due nomi che piacciono a Giuntoli per il post Chiesa -(LaPresse)- SpazioJ.it

Il primo, passaporto inglese e classe 2001, è attualmente in forza al Getafe in prestito dal Manchester United (con cui è legato fino a giugno 2025). Il secondo, classe 1999, gioca in Francia con la maglia del Lille, con cui ha un contratto fino a giugno 2026.

Cosa accomuna i due profili individuati dal dirigente bianconero? Il ruolo. Si tratta, infatti, di due ali destra che nel corso di questa stagione sono riuscite ad essere incisive sia con i propri gol che fornendo preziosi assist per la propria squadra.

Greenwood ha concretizzato sino ad ora 8 reti e 5 assist nelle due competizioni in cui è stato schierato. Molto spesso partito da titolare e con una percentuale di partecipazione al gol interessante. Anche per Zhegrova parecchi gol e assist: il totale ammonta rispettivamente a 11 e 9 fra le quattro competizioni disputate.

Entrambi i giovani talenti piacciono per passare dal classico 3-5-2 di questa stagione al tridente offensivo, che tutti i tifosi reclamano a gran voce. Ma per il quale, forse, bisognerà dire addio ad uno dei giocatori migliori del panorama italiano – ed europeo – attuale.

Impostazioni privacy