Yildiz in panchina, rischio bocciatura? La risposta di Allegri

A pochi istanti dal match contro la Fiorentina dello Stadium arrivano dichiarazioni di sorprendenti sul giovane turco.

Alle 20.45 i bianconeri sfideranno la Fiorentina e avranno davanti a loro una ghiottissima occasione. Nella giornata in corso infatti hanno perso punti due tra le dirette inseguitrici della Vecchia Signora. Il Bologna nel match dell’ora di pranzo non è riuscito a segnare al Frosinone uscendo dallo Stirpe con un deludente 0-0. Ancora peggio è andata all’Atalanta, che nel tardo pomeriggio ha perso in maniera sorprendete contro il Cagliari di Ranieri.

In settimana i bianconeri hanno ritrovato al gol Chiesa e Vlahovic nella vittoria nella semifinale d’andata di Coppa Italia contro la Lazio. Alla Continassa si punta quindi a vincere con la Fiorentina per portarsi a +4 sul Bologna e poter rifiatare. Nell’andata al Franchi i bianconeri avevano trovato i 3 punti grazie alle rete di Miretti. Rispetto a quel match lo scenario è assai diverso a Torino: è un momento delicatissimo dopo i 7 punti nelle ultime 9 partite. Ritmo non da grande squadra e, certamente non da Juventus. Nel prepartita Max Allegri ha rilasciato delle dichiarazioni sorprendenti.

“Giocatore simile a Chiesa”

La Vecchia Signora ha un’occasione ghiotta quindi per guadagnare punti cruciali per la corsa alla Champions League. Riguardo al momento di forma dei suoi ha parlato ai microfoni di Dazn proprio l’allenatore della Juve, Max Allegri: “Abbiamo sbagliato le ultime partite in campionato. Stasera è una bella partita, partita difficile, la Fiorentina gioca molto bene, quindi bisogna fare una partita giusta sotto ogni punto di vista“. A fare scalpore è però la risposta che il tecnico toscano ha dato alla domanda su Kenan Yildiz

Yildiz bocciato da Allegri
Parole dure di Allegri nel prepartita di Juve-Fiorentina per il turco (Lapresse) – spazioj.it

Sul classe 2005 turco infatti l’allenatore della Juve ha affermato: “E’ un giocatore come caratteristiche simile a Chiesa, gioca più tra le linee. E’ un buon cambio in questo momento qui avendo fuori Milik è normale che due attaccanti in panchina li devo portare“. Il giovane turco sta trovando poco spazio ultimamente e queste parole che faranno certamente rumore.

La stagione è alle battute finali e Yildiz non ha più molto tempo per poter tornare protagonista. La concorrenza di Chiesa è senza dubbio complicata da gestire e, aggiungendo la voglia dell’ex viola di dimostrare di essere ancora un top player, la situazione peggiore ulteriormente.  Momento delicato per il gioiello della Juventus Next Gen che dovrà riconquistare la fiducia del suo allenatore.

Impostazioni privacy