Calciomercato Juventus, torna di moda un vecchio obiettivo: gioca in Nazionale

La Juventus è pronta alla rivoluzione a giugno per ritornare ai vertici d’Italia e d’Europa. Il primo nome sulla lista della dirigenza per l’attacco arriva dalla Serie A. 

I bianconeri di Massimiliano Allegri non stanno attraversando la loro miglior stagione. I 7 punti in 8 partite sono il sigillo indelebile di una squadra smarrita, poco cinica in zona gol e che al primo scossone è crollata, abbandonando la scia Scudetto, ora in direzione Inter.

Il distacco dai nerazzurri primi è impietoso con quel -17 che rimbalza tra le mura della Continassa, a sottolineare ancora una volta non solo l’eccezionale campionato dei nerazzurri guidati da Simone Inzaghi ma anche come questa distanza sia maturata nel giro di poche settimane a partire dal pareggio interno con l’Empoli e poi con la sconfitta nel derby d’Italia dello scorso febbraio.

Ora la Juventus deve riuscire a ritrovare la vittoria nella trasferta di Roma contro la Lazio, per blindare il terzo posto e chiudere in fretta la qualificazione in Champions League, con ancora viva la possibilità di aggiudicarsi un trofeo più che mai importante, la Coppa Italia.

Giuntoli pensa alla prossima stagione: ecco Retegui come vice-Vlahovic

Nelle sale dirigenziali bianconere nel frattempo si riflette già sulla prossima stagione. Come riportato da Calciomercato.com, i bianconeri sono alla ricerca di un vice-Vlahovic che possa sopperire nei momenti di necessità ai passi a vuoto del serbo.

Il primo nome sulla lista è quello di Mateo Retegui, classe 1999, oggi punta di diamante nell’attacco del Genoa di Alberto Gilardino. Il giovane talento italo-argentino alla prima esperienza in Serie A, ha già dimostrato di possedere qualità importanti, non solo tecniche ma anche di posizionamento e di senso del gol.

Retegui alla Juve: Giuntoli vuole lui come vice-Vlahovic
Mateo Retegui in maglia Genoa. L’attaccante classe 1999 ha segnato 8 gol in 22 partite in questa stagione in Serie A. (LAPRESSE) spazioj.it

Qualità che a quanto pare non sono passate inosservate nella Torino bianconera e che ora vorrebbero aver a disposizione nella prossima stagione per puntellare un attacco in cui Moise Kean – già promesso sposo dell’Atletico Madrid a gennaio – potrebbe essere ceduto in estate e Milik nonostante sia stato più volte decisivo in stagione non sembra poter dare troppe garanzie di tenuta fisica-mentale.

Da non dimenticare poi la doppia competizione, Serie A e Champions, dove gestione e turnover sono fondamentali.

L’attaccante genoano – valutato 16 milioni di euro da Transfermarkt – potrebbe così lasciare dopo solo una stagione il capoluogo ligure, da capire le intenzioni della società rossoblù che sicuramente opporrà resistenza, cercando d’ottenere il massimo da questa trattativa.

Parte così il nuovo progetto Juve, con un Koopmeiners che già avverte profumo di bianconero per un centrocampo orfano di Pogba e con un Rabiot in bilico per il rinnovo di contratto, anche l’attacco con Mateo Retegui alzerebbe l’asticella della qualità, con una Vecchia Signora pronta a riprendersi un ruolo da protagonista.

Impostazioni privacy