Juventus, Allegri su Vlahovic: “Non ha fatto la differenza”, poi sull’Inter

Prosegue il momento buio della Juventus. L’Udinese sbanca lo Stadium grazie a Giannetti. Una sconfitta commentata da Allegri nella conferenza post partita.

Dov’è finita la Juventus? La banda di Allegri cade ancora, questa volta di fronte ai propri tifosi. All’“Allianz Stadium” l’Udinese fa lo scherzetto ai bianconeri, che cadono per 1-0 come nel match precedente contro l’Inter.

È Lautaro Giannetti, giovane difensore argentino dei friulani, a sancire il risultato finale che è un colpo duro da digerire per la Vecchia Signora. Arriva la terza sconfitta in campionato per Chiesa e compagni, probabilmente la più inattesa in stagione.

Malgrado le statistiche del possesso palla premino i padroni di casa, la formazione di Allegri non si è mai resa pericolosa verso la porta difesa da Okoye. Un copione di gara preoccupante, complice anche l’assenza di Vlahovic. La classifica ora preoccupa i tifosi juventini, che vedono scappare i nerazzurri e, da dietro, sentono il fiato sul collo del Milan. 

Juventus-Udinese, ai friulani basta Giannetti: le dichiarazioni di

Notte fonda per la Juventus. Non sarà facile voltare pagina, come affermato anche da Allegri nella conferenza post partita. Di seguito le sue dichiarazioni:

“Abbiamo fatto un buon primo tempo dove abbiamo avuto situazione sfavorevoli. Poi, dopo lo svantaggio non siamo stati abbastanza bravi. La visione sul nostro campionato non deve cambiare: sabato servono i tre punti e siamo ancora secondi in classifica”.

Rammarico per Allegri in conferenza
Allegri si espone sulla brutta sconfitta della Juventus (LaPresse) – spazioj.it

Il tecnico ha rincarato la dose sugli obiettivi:

“A mio modo di vedere l’approccio alla partita è stato buono. Questo è un momento in cui bisogna resettare tutto: siamo ancora in linea con gli obiettivi stagionali. Ovviamente dispiace non rimanere aggrappati all’Inter che sta facendo un campionato straordinario”.

A conclusione della conferenza Allegri ha detto la sua sull’assenza di Vlahovic:

“Siamo stati nel secondo tempo per 45′ nella metà campo avversaria. Per quanto riguarda l’assenza di Vlahovic non ha fatto la differenza: quello che conta è la squadra”.

 

Impostazioni privacy