Duro attacco alla Juventus, il presidente del club di Serie A non ci sta: “Hanno sbagliato”

Clamoroso attacco di un presidente di Serie A dopo l’assemblea di Lega, a tenere banco le posizioni di Milan, Inter e Juventus.

Un’assemblea che ha scosso gli animi, quella tenutasi oggi e che ha sviscerato diversi temi, il più importante quello legato alla proposta di 4 esponenti del campionato rispetto alla riduzione delle squadre alla prossima Serie A. Facendo un attimo di dietrologia e contestualizzando, negli scorsi mesi, Juventus e le milanesi (Milan e Inter) hanno riflettuto in merito alla possibilità di ridurre le squadre del nostro campionato, e fare quindi un passo indietro rispetto al format attuale.

Di fatti l’ultima volta che si votò proprio per cambiare formato correva l’anno 2003/04, e la Serie A cambio definitivamente il suo asset da 18 a 20 squadre. A distanzia di 20 anni, le 3 grandi del nostro campionato, insieme anche alla Roma, hanno deciso di portare come proposta e quindi di approvare un nuovo format, che ridurrebbe così il numero di impegni ma soprattutto lascerebbe spazio alle Nazionali e ai ritiri pre-campionato.

Ad intervenire in zona mista, al termine del confronto, ci ha pensato uno dei presidenti più influenti in Lega, attaccando pesantemente le squadre a favore, che oggi hanno creato – forse – una spaccatura interna tra le compagini.

Duro attacco del presidente: “Volevano la superleghina”

Ad uscire allo scoperto è stato il presidente del Torino Urbano Cairo, che subito ha incontrato i giornalisti dichiarando quando segue:

“L’Assemblea  di oggi ha confermato con una maggioranza schiacciante per quanto riguarda la riduzione del campionato, eravamo in 16 contro 4,se è questo che volevate sapere e confermo la volontà di mantenere il diritto d’intesa ed il format a 20 squadre.

Ad oggi non ci sembra giusto diminuire il numero della partecipanti, anche perché se si guardano i campionati più importanti d’Europa, sono tutti a 20 squadre. E’ proprio quello che funziona, poi secondo me quell’incontro in FIGC delle tre squadre (Inter, Milan e Juventus) non è stato benvisto da noi altri, sia per una questione puramente di compattezza, autonomia, ma anche solo per un diritto di veto”.

Duro attacco alla Juventus, il presidente del club di Serie A non ci sta: “Hanno sbagliato”
Cairo presidente Torino Ansa.it SpazioJuve 12.2.24

La preoccupa la spaccatura con Inter, Milan e Juventus?
Non c’è una spaccatura. Diciamo che loro hanno avuto un atteggiamento che non ci è piaciuto, probabilmente sbagliato. Essendo loro membri di un’associazione è giusto che ci sia un rispetto tra le parti che in questo caso è mancato”.

Qual è stato il clima in assemblea?
Il clima è stato cordiale, civile, senza toni alti come spesso accade. La discussione si è svolta maniera positiva. A molti però questa proposta è sembrato un tentativo di costituire una sorta di Superleghina”.

Impostazioni privacy