Juventus, calma piatta per il rinnovo: discorsi rinviati

La Juventus ragiona in ottica rinnovi. Non c’è fretta per il veterano di Allegri. I colloqui per il prolungamento non sono ancora all’ordine del giorno.

La notizia del nuovo allungo in classifica dell’Inter non deve scoraggiare l’ambiente in casa Juventus. I bianconeri devono sfruttare questo filotto di partite, sulla carta, alla portata. Vlahovic e compagni devono fare bottino nelle tre gare a venire, a partire dalla sfida di domani contro l’Udinese. Successivamente sarà tempo di immergersi in un tour de force in cui si vedranno le reali ambizioni della formazione di Allegri.

Prima di tutto, la concentrazione va al “Monday Night” contro i friulani. Un incontro che la Vecchia Signora si appresta ad affrontare in emergenza. Nell’undici titolare mancherà Dusan Vlahovic. Il serbo, fatta eccezione per il k.o. di “San Siro” sta vivendo il periodo di forma migliore dall’arrivo a Torino. Causa problemi all’adduttore il centravanti sarà costretto a dare forfait.

Ai box sarà anche Danilo, per motivazione differente. Il brasiliano è stato squalificato per l’ammonizione presa in diffida settimana scorsa. Il difensore seguirà il match dagli spalti dell'”Allianz Stadium”.  Sul numero 6 cominciano a circolare le prime voci riguardanti un ipotetico prolungamento di contratto.

Juventus, si complica il rinnovo di Danilo? La situazione

Attualmente il centrale è legato alla Juventus fino al 30 giugno 2025. In base a quanto riportato da Calciomercato.com, nessun discorso sul rinnovo è stato avviato da ambo le parti. Tuttavia i tifosi bianconeri non devono allarmarsi. All’ordine del giorno non sono previsti colloqui con l’entourage del capitano. Questo perchè, secondo la società non è ancora il momento. Ogni cosa ha suo tempo. In casa Juventus il contratto di molti calciatori segna la stessa data di scadenza di Danilo.

La Juventus temporeggia sul rinnovo di Danilo
Nessuna novità sul rinnovo di Danilo (LaPresse) – spazioj.it

La dirigenza non intende però fare distinzioni. Nella testa dell’organigramma bianconero nessuno è incedibile e ogni offerta verrà valutata. Il discorso vale anche per il capitano, che ha ripetutamente giurato fedeltà alla Signora, rifiutando i corteggiamenti di top club europei tra cui il Bayern Monaco, rifiutato a più riprese dallo stesso numero 6.

Nel calcio di oggi la parola d’ordine è “mai dire mai”. È difficile, se non impossibile, ritrovare le bandiere di una volta. E nemmeno un calciatore come Danilo, che dal suo arrivo a Torino ha sempre lottato e difeso la Juventus, ha il posto sicuro. È ancora presto per parlarne, ma già dalla prossima estate il futuro del brasiliano, così come quello di altre colonne, potrebbe cambiare.

Impostazioni privacy