Occhio Juve: assalto dall’estero per l’obiettivo di mercato

Quando il calciomercato è aperto nulla va dato per scontato e lasciato al caso. Adesso la Juve di perdere un obiettivo, pronto a raggiungere l’estero

Manca sempre meno alla chiusura del calciomercato di gennaio, e sembra sempre più complicato pensare a nuovi innesti per il nostro campionato. Pochissimi cambi sono avvenuti dai nostri club, soprattutto dalle big che non si sono mosse, salvo per delle necessità andando a caccia di tappabuchi. Nessun colpo da novanta, nessun top player acquistato o addirittura cercato.

La Juventus ha provato ad attivarsi, osservando i nomi più interessanti, al giusto prezzo che potessero fare al caso per rinforzare la rosa. Uno dei reparti più bisognosi, probabilmente il centrocampo, in cui viste le assenze forzate di Pogba e Fagioli, è sicuramente il reparto più corto della squadra.

Calciomercato Juve: assalto dall’estero per un obiettivo

Giuntoli e Manno hanno più volte dialogato con il Tottenham per l’acquisto di Pierre Emile Hojbjerg. Il centrocampista danese, avrebbe portato sicuramente tanta esperienza in Italia, ma soprattutto solidità per Massimiliano Allegri.

il Lione su Hojbjerg
Hojbjerg Lapresse Spazioj 280124

Il classe ’95 si è sempre destreggiato per la sua intelligenza calcistica ed il suo saper stare in campo. Un prototipo di giocatore che sicuramente sarebbe stato apprezzato dal tecnico livornese. La pista però sembra essersi remata, in particolar modo nelle ultime ore.

Secondo Footmercato gli Spurs sarebbero in trattativa con il Lione per la cessione di Hojbjerg. Quella della Ligue1 sarebbe una realtà del tutto differente, soprattutto per il traguardo a cui i bianconeri stanno ambendo al momento. I francesi però hanno mostrato maggior interesse per l’acquisto del giocatore, a dispetto della Vecchia Signora che ultimamente aveva accantonato la trattativa. Di certo avrebbe fatto comodo al centrocampo dei bianconeri un acquisto di tale calibro, data la duttilità e la capacità di ricoprire diversi ruoli del reparto. Dalla cabina di regia, alla capacità d’inserimento, insomma doti che avrebbero calzato perfettamente con il 3-5-2 utilizzato da Max.

L’allenatore bianconero però dovrà continuare la stagione con i suoi uomini attuali, lavorando sulle loro qualità migliorandone le caratteristiche al punto da rendere la vita dell’Inter ancor più complicata. Vedremo se quest’abbandono da parte della società, verso l’acquisto del centrocampista danese, voglia significare che non ci saranno più acquisti, quantomeno per questa sessione di calciomercato, dopo Tiago Djalò. Oppure se è soltanto un modo per virare verso un altro obiettivo ancora nascosto, o se appunto bisognerà attendere il prossimo anno per vedere dei movimenti di mercato.

Impostazioni privacy