Yildiz si racconta: la rivelazione sulla scelta della Juventus

Tra i giovani aggregati alla prima squadra in questa stagione figura Kenan Yildiz. Il turco ha rilasciato un’intervista raccontando la sua storia in bianconero.

In questo primo spezzone di stagione Max Allegri ha dato spazio ad alcuni giovani della Next Gen, anche a causa delle numerose defezioni. Tra i talenti più interessanti arruolati in prima squadra spiccano Dean Huijsen Kenan Yildiz. Il turco è stato maggiormente impegnato dal tecnico livornese, con cui si è creato un’intesa speciale, come affermato anche nell’intervista concessa Bild:

“Sentire le sue parole su di me è stato un onore, mi ha fatto capire che sono sulla strada giusta per raggiungere i miei obiettivi. Ho un ottimo rapporto con Allegri, è un grande allenatore e una grande persona”.

Juventus, parole al miele di Yildiz: il turco a cuore aperto

Il giovane talento ha svelato le proprie ragione della scelta di lasciare le giovanili del Bayern Monaco per poi trasferirsi a Torino:

“La Juventus mi ha presentato il miglior progetto sportivo in assoluto e i dirigenti del Bayern si sono mossi troppo tardi con il mio entourage  nonostante fossero intenzionati a trattenermi. Ho creduto fin dall’inizio alla possibilità di sfondare a Torino”.

Yildiz a cuore aperto per la Juventus
Yildiz svela il proprio rapporto con Allegri – ANSA – spazioj.it

L’attaccante nato in Germania di origine turche ha inoltre riassunto la sua storia alla Juventus:

“Ho cominciato con l’Under 19 per abituarmi al gioco, poi ho disputato qualche partita in Next Gen e in estate mi hanno permesso di andare in tournée negli Stati Uniti con la Prima squadra. È stato incredibile, perché ho iniziato a condividere lo spogliatoio con giocatori come Chiesa e Vlahovic, che prima ammiravo soltanto in televisione”.

Per concludere, Yildiz ha parlato del proprio rapporto con la città di Torino:

“All’inizio sono rimasto al J-Hotel, poi i miei genitori si sono spostati in Italia e mi sono trasferito da loro. Anche il mio italiano adesso è migliorato, lo capisco bene e ho anche iniziato a parlarlo”. 

Impostazioni privacy