“Mi fa piacere ma…”: Juve, la sentenza mette Giuntoli nei guai

Doccia fredda per il direttore sportivo della Juve Giuntoli che rischia di dover rinunciare al colpo di mercato che da tempo stuzzicava le sue fantasie.

Dietrofront per il calciomercato della Juve, alle prese con giocatori da ingaggiare già a gennaio in vista delle numerose assenze. Ma senza mai perdere di vista la finestra più importante, quella estiva, e per cui il direttore sportivo bianconero Cristiano Giuntoli non ha mai smesso di muovere i suoi decisivi passi.

Dall’avvento di Giuntoli la società valuta soprattutto calciatori molto giovani e con ampi margini di miglioramento. A dire il vero non solo giovanissimi pronti a fare spola dalla Juventus Next Gen, ma anche nuovi profili che stanno calcando e lasciando un segno a suon di goal sui principali palchi europei.

Il profilo individuato dal DS rispettava questo imperativo tipico alla perfezione. Ma la doccia fredda è arrivata dal diretto interessato, che sembra sempre più lontano dal vestire la maglia della Juventus in un futuro prossimo.

Il motivo? Pare proprio che l’esclusione della Vecchia Signora dalle coppe europee continui a macinare tristi risultati, nonostante le risposte che i ragazzi di Massimiliano Allegri stanno fornendo sul campo.

Juve: un futuro lontano da K. Thuram

Khephren Thuram. Il nome del colpo di fulmine del dirigente Giuntoli. Il centrocampista classe 2001, e fratello del nerazzurro Marcus, è in forza al Nizza di Francesco Farioli ormai dal 2019, quando approdò dal Monaco da svincolato.

Khephren Thuram, parole che gelano la Juve -(Lapresse)- SpazioJ.it

In occasione dell’ultima conferenza stampa, il giovane talento francese (ma nato a Reggio Emilia) non ha di certo nascosto l’emozione nel ricevere tante proposte dai maggiori club d’Europa, su cui svetta l’interesse della Juventus.

Una stagione iniziata nel migliore dei prospetti per il centrale, che piano piano sta guadagnando sempre di più una maglia da titolare anche negli impegni stagionali più delicati. Come da lui stesso ammesso, la stagione è iniziata molto bene, in crescita rispetto a quella passata.

E come è migliorato il suo gioco, è migliorato anche quello della sua squadra dove spera, tuttavia, di restare ancora per molto:

Quest’estate ho deciso di restare per continuare a migliorare al Nizza. Mi fa piacere essere accostato a tutti questi club, dimostra che sto lavorando bene, ma volevo restare qui.

Le parole di Thuram fanno intuire che difficilmente il calciatore si muoverà a gennaio e quindi la società – almeno per il mercato invernale – dovrà puntare su altri obiettivi. Un peccato in quanto Khephren era l’obiettivo principale per gennaio.

Impostazioni privacy