“Non può competere”: Juventus, il giudizio del grande ex è chiarissimo

Durissimo il giudizio del grande ex giocatore della Juventus sul futuro della rosa bianconera allenata da Allegri

Dopo un lungo periodo tormentato a causa di vicende extracalcistiche, la Juventus targata Massimiliano Allegri sembrerebbe aver finalmente trovato la giusta quadra.

Un tunnel che ad un certo punto è sembrato esser interminabile, da cui non poter individuare una via d’uscita. Prima con quanto accaduto lo scorso anno, poi con quanto visto prima con Pogba e poi con Fagioli. Eppure il tecnico toscano non ha mai smesso di perdersi d’animo.

Tra le tante critiche e continue vicissitudini, l’allenatore bianconero non si è perso d’animo e ha insistito contro tutto e tutti, rimanendo stabile sulla propria strada. A conferma di ciò gli ultimi due successi ottenuti, contro Milan ed Hellas Verona, in pieno stile allegriano.

Prova di forza, determinazione, mantenendo l’equilibrio senza farsi trascinare dalle emozioni e dall’euforia. Contro i rossoneri, la calma e la pazienza hanno fatto da padrona, fino al gol del vantaggio. Totalmente differente la sfida contro i veneti, in cui tutto è sembrato virare contro, sino al gol allo scadere siglato da Andrea Cambiaso.

Due vittorie di significato, sinonimo di crescita e maturità giunte durante il secondo capitolo sulla panchina della Vecchia Signora di Allegri. Ciononostante lo scetticismo è anche ancora nell’aria nell’ambiente bianconero soprattutto secondo il punto di vista di alcuni ex colleghi.

Giudizio durissimo del grande ex della Juventus

Durante la trasmissione TVPlay, l’ex iconica bandiera bianconera, Fabrizio Ravanelli si è espresso circa l’andamento del percorso della sua vecchia squadra.

Il duro commento di Ravanelli
Allegri – ansa – spazioj

“La Juventus viene da momenti difficili e quindi tutti hanno una grandissima fame. I bianconeri tecnicamente non possono competere con Inter e Napoli, ma ha una cattiveria impressionante”. L’ex attaccante ha detto durante l’intervista circa la differenza di status fra bianconeri e le altre rivali.

“Adesso Allegri ha lo spogliatoio in mano ed ha dato anche un gioco a questa squadra. La Juventus non è a livello di Inter e Napoli, ma può dire la sua fino alla fine se resta umile.” Ha aggiunto il centravanti sul valore della rosa di Massimiliano Allegri.

“Questo turno di campionato ci ha detto che l’Inter e la Juve sono avanti: l’Inter con la Roma ha fatto una partita ad alta intensità spingendo sull’acceleratore fino al gol del vantaggio; la Juventus ha vinto una partita importante.” Ha concluso Ravanelli sull’importanza del successo ottenuto contro il Verona, in cui sono stati raggiunti tre punti d’oro.

Impostazioni privacy