Calciomercato Juventus, Giuntoli prova il colpaccio: nuova idea per il dopo Pogba

Il dirigente bianconero lavora senza sosta per regalare a Massimiliano Allegri il sostituto del centrocampista francese

La vicenda Pogba continua a tenere banco in casa Juve: la sospensione dall’attività sportiva del centrocampista francese ha messo nei guai il centrocampo bianconero, il quale già non usufruiva a pieno del talento del Polpo a causa dei suoi tanti problemi fisici.

Massimiliano Allegri ha quindi bisogno di un giocatore in mezzo al campo in grado di regalare al suo gioco qualità e una discreta realizzazione in fase offensiva, dal momento che oltre a Pogba mancherà all’appello dei centrocampisti da convocare anche Nicolò Fagioli per le sue note implicazioni nella vicenda calcioscommesse.

Cristiano Giuntoli e Giovanni Manna stanno lavorando in maniera ininterrotta per non lasciare il tecnico toscano anche nel 2024 con i soli Illing-Junior, Yildiz e Nicolussi Caviglia come riserve di Fabio Miretti, Adrien Rabiot e di Manuel Locatelli.

Hojbjerg, De Paul e Samardzic tra le opzioni della Juve

La lista dei dirigenti bianconeri è ampia: da Zielinski che verrà osservato più da vicino a luglio quando il polacco diventerà un parametro zero a Kalvin Philips, la società bianconera vuole concretizzare un centrocampista già nel mercato di gennaio.

Mercato Juve, Giuntoli ha trovato l'alternativa a Pogba? Le ultime
Juve, la società ha capito come sostituire Pogba? Le ultime di mercato (ANSA)- Spazioj.it

Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, il nome più quotato in società è quello di Hojbjerg, che nel Tottenham di Postecoglou non sta trovando spazio, con il centrocampista danese che vorrebbe un club in cui esprimere a pieno le sue potenzialità in vista di Euro 2024.

Il club inglese chiede non meno di 30 milioni per il suo giocatore, ma la Juve sta provando a puntare su una formula legata a un prestito con diritto o obbligo di riscatto, senza arrivare a una cessione definitiva come prima opzione.

Per Samardzic il duo di dirigenti juventini si presenterà nella sede dell’Udinese con la stessa offerta fatta dall’Inter in estate, ovvero un diritto di riscatto su cui scatterà un obbligo più una contropartita tecnica, ma alla società bianconera spaventa la giovane età del ragazzo e il subentrare in corsa in un meccanismo nuovo, nonostante gli sia riconosciuto un talento purissimo.

Per questo motivo è presente anche il nome di Rodrigo de Paul, giocatore esperto dell’ Atletico Madrid e che conosce già il nostro campionato, giocato con la maglia sempre dell’Udinese. La Juventus ha diverse opzioni tra le sue mani ma solo una va concretizzata.

Impostazioni privacy