Allegri sorride: lo juventino è il primo in Europa

Da urlo i numeri totalizzati dal talento di casa Juventus, primo in Europa secondo un’importante statistica. Allegri e la società bianconera sorridono.

Il settore giovanile targato Juventus è uno dei più corposi nonché talentuosi presenti sul suolo europeo. Tra U-19 e Next Gen infatti, ci basta sapere che i bianconeri hanno dati vita, solo negli ultimi anni, a figure del calibro di Fagioli, Miretti, Yildiz, Huijsen, Miretti, Iling-Junior e tanti altri. Calciatori con aspettative molto più che ampie per il futuro sono quindi transitati e continuano a transitare per Torino, con Giuntoli ed Allegri ben attenti su tale aspetto e sull’impiego futuro dei sopracitati. Tra essi però, un talento in particolare è stato capace di distinguersi già a partire dalla prime uscite della stagione 23/24, arrivando a conseguire un importante primato europeo grazie alle ultime prestazioni registrate.

Soulé da urlo a Frosinone, è il primo in Europa

Rappresenta senz’altro uno dei membri più talentuosi dell’organico bianconero Matias Soulé, classe 2003 dal 2020 sotto contratto con la Juventus. In prestito al Frosinone da questa stagione, per maturare quanta più esperienza possibile in Serie A, l’argentino ha già fatto vedere grandi cose nella sua esperienza in quel di Torino, passata fra U-19, Next Gen e prima squadra con ottimi risultati. Soulé può infatti contare già una convocazione con la Nazionale maggiore dell’Argentina nonché 3 gol nel massimo campionato italiano, con 2 fra essi totalizzati proprio nella più recente parentesi in gialloblu.

Primato europeo per lo juventino: Allegri approva
L’incredibile dato su Soulé (ANSA) – SpazioJ.it

In maglia Frosinone infatti, l’argentino è stato in grado di divenire un titolare inamovibile sin dalle prime giornate, regalando al pubblico di casa prestazioni e giocate sontuose ed alimentando le critiche da parte dei tifosi della Juventus verso Allegri, accusato di non aver saputo sfruttare al meglio le caratteristiche di Soulé. Caratteristiche che hanno portato proprio il giovane fantasista a raggiungere un primato niente male in Europa, secondo quanto riportato dagli ormai iconici dati Opta.

Tramite il profilo X OptaPaolo, veniamo difatti a conoscenza del fatto che il classe 2003 è il calciatore nato da tale annata in poi ad aver fin qui creato più occasioni nei top 5 campionati europei. Ben 17, infatti, le volte in cui Soulé è stato in grado di spaventare il portiere avversario, mandare un proprio compagno in porta o siglare una rete, condividendo tale primato con il centrocampista del Bayer Leverkusen Florian Wirtz. Numeri da capogiro, rafforzati dal fatto che in Serie A solo Zielinski e Koopmeiners sono riusciti a superare i 17 “pericoli” creati in stagione a discapito dell’argentino. Un rendimento niente male, che mantiene dunque la Juventus sull’attenti e che non può che far piacere a Massimiliano Allegri in vista delle prossime annate.

Impostazioni privacy