Estasi Juventus, il dato è impressionante: nessuno come lui

Il profili cresciuti nella Next Gen della Juventus stanno iniziando a dare i primi frutti. La Juventus torna sulle sue tracce, i numeri parlano da soli

Anni fa molti dicevano che la Juventus era una società con ottimi profili nelle giovanili, ma poi mai nessuno prendeva valore e arrivava in pianta stabile in Serie A. In questi ultimi anni le cose sono cambiate non poco. La Juventus è stata l’unica in Italia ad aver costruito una categoria dopo la Primavera chiamata Juventus Next Gen. I giovani bianconeri così facendo, possono farsi le ossa nel campionato di Serie C senza dover fare il salto diretto da Primavera a Serie A senza esperienze di valore.

Allegri e la dirigenza sanno quale sarà la direzione. I giovani vanno valorizzati, e la Juventus in questo senso lo sta facendo con continuità da qualche anno. Enzo Barrenechea, Matias Soulé, Kaio Jorge, Kenan Yıldız, Dean Huijsen, Tommaso Mancini, Nikola Sekulov e molti altri sono prodotti che la Juventus ha cresciuto e ora alcuni scenari potrebbero cambiare. Giuntoli sta tenendo traccia di tutti i prestiti e dei ragazzi aggregati in pianta stabile con il primo gruppo. Al momento la Juventus sta ottenendo risposte forti dai prestiti in Serie A.

Frosinone la casa perfetta a vedere dalle statistiche, Giuntoli resta alla finestra

L’account ufficiale Twitter di Stats Perform sul calcio italiano, con le statistiche di OptaPaol0, ha rilasciato alcuni dati riferiti alla Serie A di quest’anno. Da inizio campionato infatti, Solamente Piotr Zielinski e Teun Koopmeiners hanno creato più occasioni da gol. Dopo i due gioielli di questa Serie A c’è una conoscenza bianconera: Matias Soulé. L’esterno argentino è al terzo posto in classifica con un totale di 17 occasioni da gol create in questo inizio di Serie A con la maglia del Frosinone.

Statistiche Soulé
Nessuno come Matias Soulé (LaPresse) – Spazioj.it

L’esterno del Frosinone lanciato da Di Francesco è uno dei due giocatori nati dal 2003 in avanti, nelle prime cinque leghe europee 23/24, con almeno 17 occasioni create fino a quest’ultima giornata (insieme al tedesco Florian Wirtz). L’ex bianconero è anche riconosciuto come uno dei migliori dribblatori fin qui in Serie A. Segno che il ragazzo mandato in prestito da Allegri e Giuntoli sta crescendo. Frosinone è la casa perfetta a vedere dai numeri. 

Numeri che infatti starebbero convincendo sempre di più la stessa dirigenza che lo ha mandato in prestito. Due reti in 6 match (e un assist). Di Francesco lo sta crescendo come esterno destro nel tridente e la Juventus potrebbe pensare già a un prolungamento di contratto o addirittura di utilizzarlo a fine prestito per la stagione 24/25. Matías Soulé in questo momento rappresenta in pieno il vero progetto della cosiddetta cantera bianconera. Crescere, fare le ossa confrontandoti con squadre di Serie C e ex Serie B, e poi esordire nel massimo campionato italiano.

Gestione cookie