Juve, senti Pjanic su Allegri: che frecciata all’Inter

La Juve ha portato a casa un pareggio dalla sfida con l’Atalanta. Tante le critiche per Max. Pjanic è intervenuto in sua difesa, le parole!

Ancora una volta non una prestazione degna di nota per la squadra di Massimiliano Allegri. Molti tifosi non sono soddisfatti della prestazione quasi “incolore” sul campo di Bergamo. Uno 0-0 privo di moltissime emozioni ed un solo punto conquistato dalla trasferta.

Sui social ci sono state polemiche per una squadra che è parsa volersi accontentare del pareggio. Per molti bianconeri questo non è stato ritenuto un atteggiamento “da Juventus”, ma Miralem Pjanic è subito intervenuto in difesa del suo ex tecnico. Le parole dell’ex centrocampista della Vecchia Signora.

Pjanic difende Max e critica l’Inter

I bianconeri sono usciti dalla sfida con l’Atalanta con un solo punto. Un pareggio che non ha convinto i tifosi della squadra. Il match non è sicuramente stato dei più emozionanti dell’era Allegri, ma il Mister si è comunque detto soddisfatto della prestazione e del punto conquistato su un campo difficile.

Sui social è insorta nuovamente la protesta degli amanti del calcio nei confronti dell’allenatore della Juventus. Ancora una volta i bianconeri sono stati accusati di fornire pessime prestazioni e risultati non all’altezza del nome del club. Miralem Pjanic è intervenuto a Radio-TV Serie A in difesa di Massimiliano Allegri.

Juve, senti Pjanic su Allegri: che frecciata all'Inter
Pjanic difende Massimiliano Allegri – LAPRESSE – spazioj.it

“Le critiche ad Allegri sono state una costante già dai miei tempi, spesso le trovo esagerate. Sappiamo cosa è successo negli ultimi anni e ripartire da lì non è mai facile.” Il bosniaco ha proseguito lanciando una frecciata ai rivali nerazzurri. “Ci sono state meno critiche per l’Inter che non ha vinto per due anni di fila pur essendo la squadra più attrezzata. Anche adesso i nerazzurri sono i favoriti secondo me”.

Secondo il centrocampista, i nerazzurri avrebbero dovuto vincere (dopo la stagione 2020-21) più scudetti di fila. L’Inter sarebbe la squadra meglio attrezzata e con una rosa più lunga rispetto alle altre, ma la vittoria in campionato è arrivata solamente in un anno da quando è stata fermata l’egemonia Juve.

Il ritorno in A e l’elogio al centrocampo dell’Inter

Il 33enne ha proseguito elogiando la prestazione della squadra a Bergamo: “Uscire da un punto da Bergamo è un buon risultato, non è mai facile affrontare l’Atalanta. La squadra può migliorare sulla qualità ma non capisco le critiche”. Secondo Miralem, la formazione attuale sarebbe inferiore a quella con Higuain, Ronaldo e Mandzukic nei periodi in cui il giocatore era a Torino. L’ex Juventus ritiene che il club non si attrezzato per vincere lo scudetto.

Il bosniaco è tornato sul suo possibile ritorno ai bianconeri, parlando dell’operazione ben avviata qualche anno fa. Sarei tornato molto volentieri ma non è stato possibile, anche a causa del fattore economico“. Il giocatore è sempre stato legato all’Italia dopo ben 9 anni passati tra Roma e Juventus. Anche in estate s’era profilata l’idea di un ritorno in Serie A, ma ha preferito restare nella sua attuale squadra.

Il classe ’90 ha continuato l’elogio all’Inter definendo il centrocampo dei nerazzurri come il migliore nel campionato italiano. “Il centrocampo più forte del campionato? Dico Inter. Hanno perso Brozovic ma l’hanno rimpiazzato benissimo con Calhanoglu già l’anno scorso. Poi hanno preso anche Frattesi e hanno alzato ulteriormente il livello”. È arrivato, infine, anche un piccolo complimento ed augurio per la crescita del giovane Nicolò Fagioli.

“Guardo tante partite, mi piace Xavi, mi piace Luis Enrique, ma anche De Zerbi. Vorrei prendere un po’ da ciascuno degli allenatori che mi piacciono e di quelli che ho avuto, anche da Allegri. Come gestisce lui le squadre non ne ho trovati altri, in tutti gli anni che sono stato alla Juve è stato apprezzato da tutti i giocatori.” Miralem ha concluso elogiando ancora una volta il proprio ex tecnico come punto di riferimento dell’attuale Juve.

Impostazioni privacy