Cambiaso emozionato in diretta: dopo l’esordio con la Juventus

Esordio in Serie A con la maglia bianconera, prestazione ottima e tanta strada da percorrere: tutta l’emozione di Andrea Cambiaso ai microfoni di DAZN al termine della partita contro l’Udinese.

Ci sono emozioni difficili da dimenticare e tutte da vivere: lo sa bene Andrea Cambiaso, che dopo l’annata in prestito al Bologna, è pronto a conquistare una maglia da titolare fisso con la Juventus.

Una prestazione brillante e pronta a lasciare un segno a partire da stasera a Udine, che dovrà essere ribadita nel prossimo match in casa proprio contro il suo ex Bologna.

Tutta la gioia di Cambiaso in diretta

Il classe 2000 non ha nascosto l’entusiasmo nei confronti della nuova stagione e della prima vittoria stagionale, e ci ha tenuto a commentarla così su DAZN.

Come mi sono trovato in questa nuova realtà? Benissimo. Per me essere qua è un grande privilegio, sono molto contento. La tournée è andata molto bene. Per me che sono arrivato dal basso è molto bello giocare con calciatori di questo livello. Mi sento come se fossi al parco giochi.

Sull’intesa con Federico Chiesa e il suo ruolo in campo:

Che piede sono? Solo sinistro. Se mi sento più o meno a mio agio nel rientrare dentro il campo da quinto? L’anno scorso a Bologna lo facevo da quarto, questo mi portava ad essere più basso in campo. Farlo da quinto, per uno a cui piace molto attaccare, mi piace molto. Con Federico mi riesce bene, lui parte da sinistra per accentrarsi e io riesco a rientrare dentro il campo. Devo migliorare ancora tanto, anche Allegri mi ha detto che devo gestire meglio le forze. Posso fare ancora tanto.

Cambiaso Juventus
Cambiaso Juventus – Spazioj.it

Il giovane difensore bianconero, forte di tanta emozione, ha voluto dare un consiglio ai giovani ragazzi che sognano una maglia di calcio nella massima serie italiana:

Cosa voglio dire ai ragazzi che vogliono diventare calciatori? Di crederci e non abbattersi. A 17 anni, quando mi mandarono via dal Genoa, mi ritrovai in Serie D e non è stato facile. Quello mi ha fatto diventare più forte. Bisogna crederci e allenarsi più degli altri: questa è l’unica soluzione.

E, infine, sul suo idolo e modello Cancelo:

Cancelo? Uno dei miei primi idoli è stato lui. Mi piace vedere determinati movimenti. Ho la fortuna di avere una buona memoria fotografica, vedere certi movimenti mi aiuta molto.

Impostazioni privacy