“Vorrei andare a Roma”: l’obiettivo gela la Juve e ‘chiama’ Mou

In casa Juventus imperversa il valzer attaccante. La permanenza di Vlahovic non è più da darsi per scontata e il club bianconero si sta muovendo per sostituire a dovere l’attaccante serbo.

Il reparto offensivo della Juventus potrebbe essere soggetto ad un ampio ridimensionamento. Dopo l’addio di Di Maria, altri attaccanti apparentemente incedibili potrebbero esser costretti a salutare la Continassa.

In caso di offerte irrinunciabili, la Vecchia Signora potrebbe infatti decidere di vendere sia Vlahovic sia Chiesa, così da racimolare un’importante somma da reinvestire nel mercato. Qualora i due leader fossero ceduti, Giuntoli ha individuato in Berardi ed En-Nesyri i possibili sostituti, con un occhio anche a Gianluca Scamacca.

In un intervista a “La Gazzetta dello Sport”, il centravanti del West Ham ha fatto un resoconto della stagione altalenante vissuta a Londra:

” Dopo i problemi fisici dell’ultima stazione sono in credito con la fortuna. La gente non lo sa, ma ho giocato tutto l’anno col menisco rotto. Se starò bene, e sono convinto che sarà così, 20 gol li segno. Sto lavorando molto e durante le vacanze in Sardegna ho svolto tutti i giorni doppi allenamenti. Ho visto più palestra e campo che mare o la spiaggia. Per l’inizio del campionato sarò al top della forma.”

Juventus, Scamacca chiude le porte: le parole sul mercato

L’ex Sassuolo si è poi lasciato andare ad un momento di nostalgia verso l’Italia e la Serie A:

Ho sempre avuto e sempre avrò nostalgia dell’Italia, però se dovessi tornare in Serie A non sarebbe perchè ho fallito in Inghilterra. Semplicemente si tratterebbe di un’opportunità irrinunciabile. E non sarebbe nemmeno un passo indietro per la mia carriera, il nostro campionato resta uno dei migliori. Per l’Europeo dipende da me, non dal fatto che giochi in A o in Premier. Sono convinto che ci arriverò bene.”

Scamacca gela i tifosi della Juventus
Scamacca chiude le porte alla Juventus 

Il 24enne di Fidene ha infine commentato le voci di mercato che lo accostano a vari club, tra cui proprio la Juventus:

Ho sempre ragionato con il cuore e continuerò a farlo anche in futuro. Sapete quali sono i due colori del mio cuore. Per me Roma è casa e Totti l’idolo da bambino. E poi quale giocatore non sognerebbe di essere allenato da Mourinho. Sono convinto che mi stimolerebbe e con lui migliorerei ancora. Con Pellegrini ci siamo sentiti, è un amico: diciamo che ci abbiamo scherzato un po’. Ma adesso sono un giocatore del West Ham e, nonostante tutte le voci, anche qui mi trovo bene. “

 

Impostazioni privacy