La nuova Juve e il rapporto con Ceferin: riapertura ad una condizione

La Juventus sta attraversando una delle stagioni più complicate della sua storia. L’uscita dalla Champions ai giorni, le dimissioni improvvise di tutto il CdA e la squalifica di 15 punti in campionato ne sono la prova lampante.

Specialmente la stangata della penalizzazione in Serie A ha destabilizzato tutto l’ambiente come affermato da Di Maria: “Non è facile trovarsi da un momento all’altro dal secondo al nono posto“. In tutto questo caos, però, i bianconeri devono ancora chiarire la propria posizione con la Uefa.

Juventus Uefa

Ceferin riapre il dialogo con la Juve ma serve un cambiamento

I rapporti tra la Juventus e la Uefa sono ai minimi storici da 19/04/2021, data in cui Andrea Agnelli aderì alla Superlega.

Ceferin non ha mai affermato di non voler la il club bianconero nelle competizioni europee. Un’eventuale esclusione, infatti, provocherebbe una grossa perdita legata ai diritti televisivi e priverebbe tutti gli appassionati di una delle squadre più blasonate al Mondo.

LEGGI ANCHE:  Una big di Premier vuole Chiesa: pronta la maxi offerta da 90 milioni!

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, il presidente della Uefa richiede un cambiamento immediato di prospettive. Dunque, niente progetti Superlega e più predisposizione al rispetto del Fair-Play.

Sei qui: Home » Copertina » La nuova Juve e il rapporto con Ceferin: riapertura ad una condizione