Sei qui: Home » Juventus Calcio - Le migliori notizie » Allegri rivela: “È successo nello spogliatoio!”, poi la risposta sulla classifica!

Allegri rivela: “È successo nello spogliatoio!”, poi la risposta sulla classifica!

Al termine della partita vinta per 3 a 0 Massimiliano Allegri ha parlato ai microfoni di Dazn. Di seguito un estratto delle sue parole.

Cosa le è piaciuto stasera?La compattezza che abbiamo avuto, a parte a fine primo tempo dove abbiamo sbagliato delle situazioni offensive in cui bisognava abbassare i ritmi. Era un mese che non vincevamo una partita, ma dobbiamo ancora andare avanti in campionato e sistemare la situazione in Champions League.”

Su Milik: “Un impatto cosi era difficile immaginarselo, ma sapevamo che tipo di giocatore fosse e soprattutto sa giocare bene con Vlahovic.”

Quanto sono importanti i rientri di Rabiot e Locatelli? “Sono rientri non importanti di più, così come lo sar quello di Di Maria e più avanti di Chiesa e Pogba. Locatelli ha fatto molto bene, Rabiot è un giocatore che ha un motore diverso, credo che sia in un buon momento già da un anno a questa parte. Ha la maturazione giusta per fare un anno molto importante.

Stasera è stata una partita solida, avevo chiesto ai ragazzi di non strafare. C’è ancora tanto da migliorare, soprattutto quando rientreranno gli altri. Dopo tanto tempo che non vincevamo, siamo tornati nello spogliatoio e quasi non ci credevamo.”

Sulla partita con il Milan e la distanza dai rossoneri: “Sono realista, la classifica dice che abbiamo 13 punti, dobbiamo fare una rincorsa importante. Se saremo bravi pian piano ci riavvicineremo. Ora abbiamo la Champions contro una squadra non assolutamente semplice.”

Possibili cambi di modulo con i rientri di tutti? “Io sono abituato a fare la formazione in base ai giocatori che ho a disposizione, quando li avrò tutti ci saranno le partite in cui potremo variare. Avere tutti a disposizione ti consente anche di avere dei cambi importanti. Nel disastro di questo mese ci sono anche stati degli eventi che ci hanno condizionato.”

Sensazioni personali? “Ero abbastanza sereno e tranquillo, ora bisogna avere grande lucidità e freddezza.”