Sei qui: Home » News » Juventus, continua la polemica: la risposta di de Ligt a Bonucci

Juventus, continua la polemica: la risposta di de Ligt a Bonucci

In un’intervista rilasciata al Telegraaf, Matthijs de Ligt è tornato a commentare le prime parole dopo il suo addio alla Juventus.Dichiarazioni che non erano state digerite del tutto dall’ambiente bianconero, a capitan Bonucci in primis.

Non è stato un attacco alla Juventus. Niente affatto, perché avrò sempre il massimo rispetto per questo club. Per me era solo un dato di fatto che nessuno debba mai accontentarsi, che bisogna alzare l’asticella, me compreso”.

De Ligt Juventus Bonucci

Non dimenticherò mai come i miei ex compagni di squadra mi hanno aiutato nella crescita come calciatore e come persona. Nel mio ultimo anno, con Louis van Gaal in nazionale e Massimiliano Allegri, per la prima volta in carriera, ho avuto due allenatori che non mi hanno inserito nella formazione titolare perché non si sentivano sicuri delle mie prestazioni. Prima di allora ho sempre avuto tecnici per i quali ero un punto fermo e per cui era molto più facile giocare. Alla Juventus ho imparato che tutte le motivazioni devono nascere dentro di te“.

LEGGI ANCHE:  Dybala senza freni su Allegri: "Succedeva alla Juventus!"

Le mie dichiarazioni di giugno? Ho detto semplicemente quello che la stessa Juventus pensava: un club di quel prestigio non può accontentarsi di due quarti posti consecuitivi“. Matthijs De Ligt aveva risposto così alla vigilia del match di Bundesliga tra Bayern Monaco e Wolfsburg in risposta alle dichiarazioni di Leonardo Bonucci, che aveva accusato l’olandese di mancanza di rispetto per la sua ex squadra.