Giroud avverte: “Potevo andare alla Juventus, ora so come batterla”

Olivier Giroud ha rilasciato una lunga intervista al Corriere dello Sport in cui ha parlato ovviamente della sua avventura al Milan, che sta vivendo alti e bassi visti i problemi fisici riscontrati spesso dall’attaccante.

Spazio però anche all’imminente big match di campionato contro la Juventus, che arriva in un periodo complicato per i rossoneri dall’errore dell’arbitro Serra contro lo Spezia, e ad una rivelazione importante sul passato che lo poteva vedere a Torino.

Giroud, Serra, Juventus

LA PARTITA

L’errore dell’arbitro Serra è il passato e useremo questa frustrazione contro la Juventus. Dobbiamo guardare avanti voltando subito pagina. Ci servirà la massima contro i bianconeri, contro cui dobbiamo giocare meglio di come abbiamo fatto contro lo Spezia: ci servirà una partita eccezionale per vincere, giocheremo con il coltello tra i denti.

LA RIVELAZIONE

Sono stato vicino alla Juventus nel 2020 con Pirlo in panchina. Mi voleva e potevo quindi arrivare a Torino. Alla fine ho deciso di rimanere al Chelsea per giocarmi le mie carte e ho fatto bene siccome ho vinto la Champions League.