Il sottosegretario alla Salute: “Capienza al 100%? Ecco quando”

L’ultima giornata di Serie A ha visto gli stadi svuotarsi, a causa del nuovo decreto che impone un massimo di 5000 tifosi all’interno degli impianti. Il tema è stato affrontato oggi anche dal sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, intervenuto a La politica nel pallone” su Gr Parlamento:

Pubblico al 50% dal 6 febbraio? L’obiettivo non può altro che essere quello di tornare al 100%, vorrebbe dire davvero essere arrivati alla fase endemica del virus e dunque ad una convivenza con esso. Dovremo ragionarne alla ripresa del campionato a febbraio. Considerato che mancano circa 20 giorni e che vengono effettuati mezzo milione di vaccini al giorno, vorrebbe dire avere 37 milioni di italiani con la terza dose e dunque è ragionevole pensare che possa essere un obiettivo raggiungibile. L’obiettivo è arrivare a convivere col virus e se i dati continueranno a migliorare, ipotizzare un ritorno totale è l’obiettivo che ci dobbiamo dare

Stadi, Costa

Sui ristori chiesti dal mondo del calcio:Stiamo parlando di un comparto economico che ha sofferto pur collaborando per accettare tutte le regole che hanno reso complicato la prosecuzione dell’attività da parte delle società sportive. Mi sento dunque di ringraziare il mondo del calcio italiano. Sui ristori, è normale che anche questo settore abbia bisogno di sostegno. I 5mila spettatori per queste due giornate sono stati una scelta della Lega che noi abbiamo condiviso“.