Allegri: “Szczesny torna titolare. Ho il dubbio Kulu-Bernardeschi sulla fascia”

In vista del delicato match di domani sera tra Udinese e Juventus, Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa. I bianconeri devono riscattare la sconfitta in Supercoppa per mano dell’Inter con una prestazione importante. In questo momento la zona Champions dista solamente tre punti, ma l’Atalanta ha una partita in meno da recuperare contro il Torino.

SpazioJ, come di consueto, ne riporta il live testuale.

Le parole di Allegri

“Non è una questione di reazione, domani affrontiamo una squadra fisica che difende bene, servirà pazienza. Sarà una gara molto diversa, ci vorrà lucidità e precisione tecnica. Domani ci saranno cambiamenti, viste le tante gare. Gli unici indisponibili sono Danilo e Bonucci. La rosa della Juventus è questa, dobbiamo arrivare nei primi quattro posti.

Le grandi gare sono partite a sè, bisogna migliorare nelle piccole gare. La squadra sta dando il massimo, abbiamo fatto molto bene con l’Inter nonostante fossimo dati da sfavoriti per tutti, Serviva precisione nel momento chiave della gara. Le valutazioni e i contratti sono affari societari, però io l’ho cresciuto Dybala quando è arrivato dal Palermo. Tecnicamente è fortissimo, nella seconda parte di stagione mi aspetto molto da lui, come tutti.

Domani Pellegrini potrebbe giocare titolare. Alex Sandro, invece, l’ho visto giocare bene come non lo vedevo da tempo, tranne per l’errore finale. Szczesny torna titolare, ho il dubbio Bernardeschi-Kulusevski.

Bisogna andare in campo e giocare: non è sempre la società che non vuole rinnovare, magari è lo stesso giocatore che vuole andare via. Se vai in campo e fai bene, hai la forza per chiedere un contratto alla squadra dove giochi o a quella dove vuoi andare. Le valutazioni verranno fatte a marzo-aprile, è un discorso di programmazione. Mckennie è cresciuto, migliorato, ma può ancora fare meglio. Tutta la squadra, in generale, sta migliorando, ma non possiamo permetterci di giocare sotto ritmo.

700 panchine domani? Non sapevo, spero di festeggiarla al meglio. Chiellini domani non gioca, ma ci saranno De Ligt-Rugani. L’Inter è la squadra più forte del campionato, ora, poi si vedrà. Rabiot è stato criticato, ma per me ha fatto una buona partita, ha messo in difficoltà Barella. In vent’anni mi hanno squalificato due volte, capita. Su Bonucci? Ha pagato la multa, credo la situazione si possa chiudere qui”.

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy