L’inchiesta avanza, i tifosi tremano: il programma delle testimonianze

Sarà una settimana delicata, tra campo e Procura, quella che attende la Juventus di Andrea Agnelli.

La società bianconera, infatti, è finita al centro dell’inchiesta Prisma che riguarda alcune plusvalenze fittizie ed alcuni movimenti di mercato sospetti.

La Juventus, però, non è l’unico club di Serie A coinvolto, anzi: la macchia si allarga giorno dopo giorno, grazie alle testimonianze raccolte.

Nella giornata di ieri, ad esempio, sono stati sentiti sia Federico Cherubini che Maurizio Arrivabene come persone informate sui fatti.

Juventus, Società, Pre season

I loro colloqui, come sottolineato dall’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, sono stati molto lunghi: durati quasi tre ore.

Il prossimo, continua la Rosea, potrebbe essere Paolo Morganti, segretario bianconero. Nei prossimi giorni toccherà a Giovanni Manna, responsabile dell’Under 23 (diverse operazioni sospette riguardano i giovani) e probabilmente anche a Cesare Gabasio, avvocato che dal 2021 è responsabile degli affari legali della Juventus e risponde direttamente ad Andrea Agnelli.”

Dopo le persone rimaste fuori dall’inchiesta toccherà agli indagati, anche se non è detto che i pubblici ministeri decidano di interrogarli tutti. Dagli uffici della Procura di Torino filtra che siano già stati chiamati a presentarsi Stefano Bertola e Marco Re, ex Chief Corporate & finanziario, così come Stefano Cerrato, che della Juve è l’attuale Chief Corporate & Financial Officer. 

Gli attuali indagati, invece, Agnelli, Nedved e Paratici, non sono stati ancora convocati e la Procura potrebbe decidere di non farlo.

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy