Sconcerti: “Chiesa è mancato. Trovo delle somiglianze tra Italia e Juventus”

Sulle pagine del Corriere della sera, Mario Sconcerti ha commentato la prova dell’Italia nel match di ieri sera contro la Svizzera, valida per le qualificazioni a Qatar 2022. Nello specifico, il noto giornalista ha posto l’accento sulla prestazione dei singoli e sulle analogie tra nazionale e Juventus. Di seguito quanto evidenziato.

SINGOLI – “Stavolta non può essere nemmeno colpa di Immobile, anzi molto rimpianto. È mancato Chiesa, anche se è stato l’unico che ha tirato; non c’è stato Insigne, era attesa l’assenza di Belotti, ma non così totale, poco ha dato Barella, normale è rimasto Jorginho che ha dato ordine contro un avversario ordinato, cioè il minimo“.

Chiesa, Juventus, Italia

JUVENTUS – “È come se avessimo la stessa involuzione della Juve, manca costruzione di gioco dal basso e chi possa riempire la parte finale del gioco. La bella Italia si è persa quando è uscito Spinazzola quattro mesi fa. Senza il giocatore che permetteva due ruoli e molti schemi, siamo scoloriti in fretta. Oggi siamo come gli altri, ma ci basta ancora battere gli irlandesi per andare al Mondiale. Non può essere così difficile“.