Sei qui: Home » News » Allegri in conferenza: “Una vittoria che ci rende anche arrabbiati!”

Allegri in conferenza: “Una vittoria che ci rende anche arrabbiati!”

Massimiliano Allegri ha parlato alla stampa nella classica conferenza di fine partita all’Allian Stadium di Torino.

Queste le parole del tecnico, dopo la vittoria sofferta per 1-0 contro la Fiorentina.

Allegri, Juventus, Serie A

BILANCIO – “Questa vittoria ci deve far essere felici questa sera, ma più arrabbiati per quello che abbiamo lasciato”.

RABIOT – “Ha fatto una buona prova rispetto a quelle precedenti. Oggi serviva un centrocampista con le sue caratteristiche rispetto a Bernardeschi che aveva fatto molto bene con lo Zenit”.

GIOCO – La Fiorentina gioca molto bene a calcio, l’allenatore è molto bravo a farle giocare cosi. Nel primo tempo abbiamo sbagliato 3/4 possibili occasioni con la scelta dell’ultimo passaggio. Nel secondo tempo abbiamo tirato qualche volta in più in porta e preso una traversa. Morata è stato fermato sul filo del fuorigioco due volte. Soprattutto abbiamo concesso poco, vincendo tanti duelli e tanti contrasti. Questo ha influito sul risultato”.

LOCATELLO E MCKENNIE – “I giocatori che giocano più insieme poi migliorano. McKennie sta bene e ha dato la possibilità a Bentancur di crescere, infatti Rodrigo è cresciuto bene negli allenamenti ultimamente. Locatelli non ha patito il salto dal Sassuolo alla Juventus. Rugani non giocava da tanto tempo, Pellegrini bene e anche Perin. Siamo stati sereni nel giocare da dietro e non era semplice. Abbiamo alternato le giocate alzando la palla su Rabiot”.

VIETATO SBAGLIARE – “Lo sappiamo anche noi che non possiamo sbagliare. Le nostre partite saranno da bollino rosso per i prossimi 2/3 mesi. Le prestazioni devono essere queste. È più facile vincere che perdere con queste prestazioni. Questa sera è stata una partita molto pesante e i ragazzi sono stati molto bravi”.

DE LIGT-VLAHOVIC – “Bellissimo confronto che fa parte del calcio se no Vlahovic stoppava la palla e lo si guardava. Vlahovic è un giocatore importante, ma lo è anche De Ligt. Stasera ha fatto bene anche Rugani. Gli hanno reso la partita molto difficile”.

RIENTRI DALLE NAZIONALI – “Giocano la notte tra martedì e mercoledì e poi rientrano giovedì per l’allenamento del pomeriggio. Quindi ci sono i sudamericani”.

INFORTUNATI – Kean torna dopo la sosta. Chiellini ha avuto un risentimento non so in quale parte del corpo tra flessore o tendine. Bonucci aveva un problema prima della partita e doveva già stare fuori a Verona. È stato fuori precauzionalmente. Alex Sandro ha giocato con un problemino e nel secondo tempo l’ho tolto. Szczesny è caduto su un pallone e non si poteva più allungare”.

PUNTI PERSI –“Secondo me abbiamo lasciati almeno sette punti. Quando torniamo dobbiamo essere ancora più arrabbiati per questo e per quello che abbiamo lasciato. Una squadra che vuole vincere deve passare da questo e giocare questo tipo di partite Altrimenti diventi una squadra che può vincere e perdere con tutti. Col Sassuolo abbiamo tirato tanto in porta e poi abbiamo perso. Con l’Empoli anche e con l’Udinese vincevano 2 a 0 e abbiamo pareggiato. I ragazzi oggi sono stati bravissimi. La cosa positiva​ rimani una: Dobbiamo pensarci, allora forse diventiamo una grande squadra“.​