Zenit-Juventus, Allegri in conferenza: “De Ligt recuperato e titolare. Giocano Bonucci e Szczesny. La stagioni si decidono a marzo”

Massimiliano Allegri interverrà in conferenza stampa alle 13.45 per presentare l’importante sfida di domani alla Gazprom Arena contro lo Zenit, valevole per la terza giornata di Champions. SpazioJ seguirà live la conferenza del tecnico bianconero. Con lui ci sarà anche Szczesny.

Inizia la conferenza stampa di Allegri e Szczesny

Inizia il portiere polacco a rispondere alle domande

Cosa deve fare la Juventus per vincere in Russia?

Dobbiamo usare lo stesso spirito delle ultime uscite. Questo spirito ha cambiato i risultati. Dobbiamo essere bravi a ripeterci“.

Il rigore parato domenica è una rivincita?

“No, io gioco con tranquillità. Non ero scarso qualche settimana fa, non sono un fenomeno ora“.

Questa Juve sembra cambiata rispetto a qualche settimana fa

Sì, è cambiato lo spirito e la voglia di difendere. Credo si veda la mano del mister. Noi dobbiamo continuare così: abbiamo un grande atteggiamento in campo

Il suo rapporto con Allegri

Ottimo, sono anche seduto al suo fianco. Il mister sta lavorando sodo e noi lo stiamo seguendo

Hai mai pensato di lasciare la Juventus?

Mai

C’è stato un momento di svolta?

Non credo, nel senso che abbiamo cambiato modo di giocare e di lavorare. Ma non c’è stato un momento preciso di svolta

Cosa ti aspetti dal cammino in Champions?

Pensiamo allo Zenit e proviamo a chiudere il discorso qualificazione, poi penseremo al resto

Parola ad Allegri

Cosa ne pensa dello Zenit?

Per noi è una tappa importante che ci permetterà di crescere e provare a chiudere il discorso. Sono forti in tutti i reparti e a Londra hanno fatto benissimo

De Ligt come sta?

Bene, è recuperato e gioca. Altrimenti avrebbe giocato Rugani

Sulla formazione?

Giocano Szczesny, Bonucci e De Ligt. Per gli altri vediamo. Per Arthur ci sarà un minutaggio superiore”.

Morata come sta?

Anche lui sta bene, vediamo se partirà o meno dall’inizio“.

Domenica c’è stata la svolta?

Non abbiamo ancora fatto nulla. A marzo si decidono le stagione e dobbiamo arrivare pronti in tutte le competizioni. Dobbiamo ancora migliorare negli ultimi trenta metri. Con la Roma abbiamo peccato in alcuni episodi

Il lavoro quotidiano come svolta per la sua Juventus?

Non è la mia Juventus. Alcuni giocatori non li conoscevo. Ora si difende con piacere. Lavoriamo tutti i giorni per crescere. I risultati sono una conseguenza. Adesso siamo sereni

Domenica c’è l’Inter

Non dobbiamo pensare a domenica. Domani dobbiamo chiudere il discorso per provare ad arrivare con maggiore serenità alle prossime di Champions

Dybala?

Non ha ancora lavorato in gruppo ma dovrebbe esserci domenica

Capitolo Alex Sandro: può giocare De Sciglio?

Sandro sta bene, deciderò domani. Mattia deve offrire sempre prestazioni come quelle di domenica

Dove può arrivare questa Juventus?

Presto per dirlo. Serve fare un passetto alla volta. Pensiamo alla Champions e a rimanere attaccati alle prime in campionato, poi giudicheremo l’operato

Come pensa di impiegare Arthur?

Vediamo perché può fare più ruoli. A centrocampo ci servono due calciatori che sappiano impostare e verticalizzare. Arthur può farlo con Locatelli e Bentancur

Quale giocatore la preoccupa per domani?

Il centrocampo e l’attacco. Hanno giocatori con caratteristiche diverse che si completano. Dobbiamo affrontare la partita con lo spirito giusto

Termina qui la conferenza di Szczesny e Allegri.

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy