La valutazione sulla Juventus: “Allegri è un feticista”

Ivan Zazzaroni, intervenuto sulle colonne del Corriere dello Sport, ha così commentato la prima vittoria in campionato della Juventus:

“Fatti due rapidi calcoli sulla base degli ultimi precedenti, dopo la faticosissima vittoria sullo Spezia Allegri si trova a una trentina di punti dalla salvezza aritmetica. E insomma sono belle cose. E son stranezze, le prime bizzarrie della stagione delle mille aperture di credito e delle sorprese che verranno… Il feticista dei risultati, così la Suddeutsche Zeitung ha definito Allegri, ha raggiunto l’obiettivo minimo, i primi tre punti in un sol colpo, ma non ha ottenuto quello che cercava. O forse sì – interpretazione maliziosetta: è infatti riuscito a sottolineare con l’evidenza dei fatti le accuse del dopo-Milan… I problemi maggiori sono evidentemente in mezzo, dove Bentancur, Rabiot e Locatelli devono ancora fare settore e volume: mi verrebbe da dire che l’alternativa più efficace resta Danilo, che centrocampista di ruolo non è. In attacco Chiesa, Morata e Dybala non sono, per ora, che un insieme di spunti individuali. Più che dei risultati, Allegri è secondo me il feticista delle “teste giuste”: provate voi a giocare e vincere con due gambe che corrono e una mente che frena”.

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy