Sei qui: Home » News » Szczesny, Maignan e Donnarumma: il rimpianto è solo per la Juventus

Szczesny, Maignan e Donnarumma: il rimpianto è solo per la Juventus

Tuttosport apre questa mattina con il titolo “Gigio chi?”, riferendosi alla situazione relativa a Maignan e Szczesny, con Donnarumma sullo sfondo che pare sia stato diviso tra la fedeltà al suo Milan e il passaggio alla Juventus prima dell’approdo al PSG.

Il quotidiano sostiene infatti che il portiere polacco sia stato “rinfrancato” dalla notte di Malmoe. Che questa pretesa sia esagerata lo prova tuttavia la pochezza dell’avversario e l’inesistente verve offensiva degli svedesi. Diverso è il caso di Maignan: il portiere francese non ha fatto rimpiangere Donnarumma grazie ad un inizio di stagione davvero sbalorditivo che lo proietta al meglio alla sfida di Torino.

LEGGI ANCHE:  Tre giocatori di Serie A tra i candidati al Pallone d'Oro: uno è della Juventus!

Rimane quindi il fatto che il portiere campione d’Europa sia un rimpianto solo per la Juventus. Investire su di lui avrebbe blindato il ruolo per almeno dieci anni (al netto delle beghe causate da Raiola), soprattutto per l’evidente disparità di valori con Szczesny che non si riflette nel loro stipendio: Gigio a Parigi guadagna poco più di 7.5 milioni di euro, Tek a Torino 6.5 milioni.