Spalletti: “Non era facile, la Juve metteva l’attaccante a venti metri dalla sua area”

Luciano Spalletti, allenatore del Napoli, ha parlato ai microfoni di DAZN nel post partita di Napoli-Juve:

“I giocatori hanno reagito molto bene, nel secondo tempo con Ounas in più giravamo palla meglio e abbiamo trovato qualche sbocco in più. La Juve recrimina per errori individuali”.

Koulibaly è una roba veramente da dover toccare e vedere da vicino, perché lui va sempre 2-3 punti in più degli altri. Passa davanti a tutto ed è il comandante di una squadra. Veramente un grande uomo”.

“Siamo quello che si fa, non quello che si dice. Io voglio vincere la coppa dei campioni, ma prima devo andarci. Ho trovato una squadra che vuole giocare, anche perché la Juve abbassava l’attaccante a venti metri dall’area di rigore”.

“Molti giocatori sono arrivati in ritardo in ritiro causa Nazionale, quindi possiamo ancora fare passi avanti importanti. Anguissa è un ottimo giocatore, ma anche io devo dare qualcosa in più. Gattuso ha già fatto un ottimo lavoro qui, il gruppo è veramente bellissimo”.

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy