La lungodegenza di Arthur può bloccare la partenza di un esubero

L’operazione chirurgica per risolvere il problema di calcificazione fra tibia e perone della gamba destra di Arthur Melo mette in difficoltà i piani di mercato e stagionali della Juventus.

I tempi di recupero, stimati per poter nuovamente vedere il centrocampista brasiliano calcare i campi, si attestano sui due-tre mesi. Intervallo troppo ampio per i bianconeri, che dovranno capire come sopperire a quest’importante defezione. La Gazzetta dello Sport, però, ci dà una mano a capire le strategie imminenti del club di Corso Gallileo Ferraris.

Secondo La Rosea, l’intenzione della società è quella di riappropriarsi appieno dell’ex giocatore del Barcellona, non forzando il ritorno sui terreni di gioco: in questo senso, si spiegherebbero due operazioni in particolare: l’accelerazione per Locatelli, che andrebbe a rimpiazzare il 5 juventino anche nella lista Uefa per la Champions e quella di…Aaron Ramsey.

Il gallese sembrava fuori dai radar di Madama. Ma la lungodegenza del verdeoro può bloccare la sua partenza. Il suo impiego sarà certamente importante per garantire ad Allegri un centrocampo competitivo quantomeno a livello quantitativo e tattico, vista la sua attitudine a giocare sia in una mediana a 2 che in una nevralgia a 3.

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy