Dure parole di un ex bianconero su Maurizio Sarri e la sua avventura alla Juve

Intervistato da La Gazzetta dello Sport l’ex centrocampista della Juventus Alessio Tacchinardi ha detto la sua su Maurizio Sarri e la sua esperienza sulla panchina bianconera, non certo risparmiandosi.

Per Tacchinardi, nonostante l’iniziale felicità, il tecnico toscano non ha avuto alcuna empatia con l’ambiente Juve: “Io ero felice quando è arrivato alla Juventus, ma con l’ambiente bianconero non c’è mai stata empatia e questo si è visto fin dal primo minuto. Le colpe non sono di nessuno, si sono incontrati due mondi troppo diversi. Non era il profilo giusto nel posto giusto.

Negativa, per lui, anche la gestione dei giocatori, con l’ex allenatore del Napoli incapace di adattarsi alla rosa che aveva ed ai campioni presenti in essa: “Mi spiace perché ero sicuro che sarebbe riuscito a coinvolgere di più i giocatori, come era successo al Napoli e pure al Chelsea, anche se in misura minore. Non si è dimostrato in grado di gestire star di più alto livello: un conto è Albiol, un altro CR7″.

Anche il gioco è stato al di sotto delle aspettative: “Con lui in panchina mi aspettavo una Juventus più fantasiosa, invece la differenza non si è vista. Credo che anche Maurizio se ne sia andato con il rammarico di non aver inciso come e quanto piace a lui”.

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy