Bernardeschi: “Mancini ha riavvicinato la Nazionale agli italiani. L’Austria è forte, dovremo fare la miglior partita possibile”

Soccer, Euro2020 Italy vs Wales Italy trainer Roberto Mancini Federico Bernardeschi of Italy during the Euro2020 football match between Italy vs Wales at Olimpico stadium in Rome, Italy, June 20, 2021 Imago-Images/Emmefoto Copyright: xImago-Images/Emmefotox
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Federico Bernardeschi ha parlato ai microfoni della UEFA sulla sua avventura con l’Italia ad Euro 2020. Queste sono le parole del giocatore della Juventus: “Mancini ha saputo riavvicinare la Nazionale alla gente con tranquillità e con semplicità ha dato fiducia a noi giocatori. Quando è arrivato il mister non era semplice perché l’Italia era data per morta. Il calcio italiano era sotto attacco: lui pian piano, partita dopo partita, ha fatto una cosa straordinaria, secondo me, quella di riavvicinare il popolo italiano alla Nazionale. Una cosa straordinaria a prescindere da tutto.

Anche noi siamo stati assolutamente contagiati da questo entusiasmo, siamo un gruppo bello, sano, genuino e unito e soprattutto tutti pensiamo allo stesso obiettivo. C’è tanta competizione, siamo tutti giocatori molto forti, però questo non deve togliere nulla alla maglia azzurra e all’obiettivo finale”.

L’Austria è una squadra forte, tutte quelle che arrivano a questo punto siano delle grandi squadre. Dovremo fare la nostra miglior partita come è successo già nel girone. Quelle erano tutte finali, adesso lo saranno ancora di più. E dovremo affrontarle così”.

Alaba è un grandissimo campione. Ha vinto tantissimi trofei, ha vinto tutto. Incontrare grandissimi campioni così è un grande stimolo. E poi ci sarà Wembley, la storia del calcio. Sarà ancora più emozionante”.

Michele De Blasis

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI