L’economista Giudice: “Juve-Napoli vale 50 milioni. Il progetto bianconero scricchiolava già prima del Covid”

Agnelli e Nedved
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Alessandro Giudice, economista. Ecco quanto evidenziato:

La partita di stasera vale l’accesso in Champions League, in denaro almeno una cinquantina di milioni. Il progetto Juventus manifestava qualche scricchiolio già prima del Covid perché hanno puntato sulla crescita del brand ed ha scommesso molto sul progetto SuperLega che non è accantonato, ma non avverrà a breve.

Sicuramente ha una struttura estremamente onerosa. Basti considerare che il solo costo della rosa, quindi ammortamento e stipendi, nel 2019 pesava per il 97% del fatturato operativo, togliendo le plusvalenze. Ovviamente, il Covid ha peggiorato tutto, quindi immagino che la Juventus abbia già cominciato un’operazione di ridimensionamento a partire da Pirlo. Ad oggi, se non dovesse arrivare la Champions League – clamorosamente – molte cose sarebbero da rivedere”.