TS - De Ligt: "CR7 è impressionante. Mi chiedo se ha davvero 35 anni. Alla Juve sono felicissimo!"

TS – De Ligt: “CR7 è impressionante. Mi chiedo se ha davvero 35 anni. Alla Juve sono felicissimo!”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Matthijs De Ligt, giovane difensore della Juventus dopo quasi un anno in bianconero, ha rilasciato una lunga intervista a Tuttosport, parlando della sua vita fuori e dentro al campo, soffermandosi sulla sua Juventus, che non ha minimamente intenzione di lasciare e che vorrebbe riuscire a vincere tutto ciò che sia possibile vincere.

L’olandese inizia l’intervista raccontando di come stanno procedendo le cose in casa Juve, dopo il superamento della Fase 2 del Covid-19 e la possibilità del ritorno agli allenamenti di gruppo:

“Adesso è molto meglio, ovviamente. All’inizio potevamo allenarci solo in piccoli gruppi e non potevamo toccarci e, sì, era più difficile e più brutto. Nei giorni scorsi è stato molto bello tornare a lavorare normalmente, poter giocare con gli altri ragazzi, trovarci tutti insieme sul campo. Non ci è ancora permesso di entrare nello spoglatoio, però possiamo entrare nelle nostre camere al J-Hotel di fianco ai campi d’allenamento e li ci facciamo la doccia”.

Parlando della sua scelta e dell’impatto con la Juventus l’olandese non ha dubbi:

“Il primo sentimento è stata la felicità: mi ha comprato la Juventus, uno dei più grandi club al mondo. Mi sono reso conto di quanto sia grande questo club. Trovavo tifosi ovunque. La fama della Juventus è immensa, tutto diverso rispetto l’Ajax.” – Prosegue Matthijs sui compagni – Un gruppo eccezionale, sono stati veramente carini e disponibili con me, nessuno escluso. Mi hanno fatto sentire immediatamente parte di una famiglia.

Sul gioco e l’idea di calcio di Maurizio Sarri arrivano bellissime parole ed un elogio fuori dal comune:

Sarri è un tattico. Molto attento a quell’aspetto e con un’idea di calcio estremamente precisa. Vuole costruire dal basso, giocare un calcio tecnico, più o meno come ero abituato all’Ajax. Si potrebbe dire che lui è la via italiana al calcio totale degli olandesi. In questi primi allenamenti ho visto molti miglioramenti, soprattutto nel gioco. Ora dobbiamo vedere come funzionerà in partita che è una situazione sempre più difficile dell’allenamento, ma partiamo da un’ottima base.”

Infine un parere su alcuni suoi compagni di squadra: Ronaldo, Dybala e Bentancur, i quali lo hanno più stupito in questo anno bianconero.

Il livello della squadra è molto alto. Ovviamente quello che mi ha impressionato di più è Ronaldo, ma non lo nomino, perchè tutti sanno chi è e cosa sa fare. Dico Dybala, che ha una tecnica davvero sbalorditiva, L’altro, e forse a qualcuno potrebbe suonare strano è Rodrigo Bentancur, giocatore dalle qualità tecniche davvero sorprendenti. Credo che sia parecchio sottovalutato, è un grande giocatore con un grande futuro davanti. Non è un caso se è il giocatore preferito da noi giocatori. Per quanto riguarda Ronaldo, è un professionista stupefacente. Il migliore della sua generazione, uno dei migliori giocatori di sempre. È un esempio per i giovani come me. Provo sempre a migliorare il mio modo di giocare guardandolo, anche se negli allenamenti è pazzesca l’intensità che ci mette e ti chiedi se ha davvero 35 anni”.

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy